Chi sta usando il gas in Syria? (il vecchio copione del dittatore cattivo sembra valido sia per Irak, sia per Libia, sia per la Syria, forse anche per l’Iran)

Secondo i media italiani sarebbe il governo siriano.

Secondo la BBC non vi sono evidenze di ciò ed anzi il governo Siriano si sta attivando perché le armi chimiche non cadano in mano dei gruppi armati che si oppongono al governo di Assad.

Ecco il link dell’articolo in ligua inglese:
http://www.bbc.co.uk/news/world-middle-east-20825820

La traduzione dell’articolo della BBC :
http://www.bing.com/translator

Siria ha agito per consolidare le sue armi chimiche in “uno o due” luoghi per impedire che i ribelli catturarli, dice il ministro degli esteri della Russia.

Sergei Lavrov ha detto le armi avevano in precedenza stati “dispersi” in tutto il paese e che erano “sotto controllo” per il momento.

Signor Lavrov ha detto anche presidente Bashar al-Assad non aveva alcuna intenzione di lasciare la Siria.

I ribelli hanno combattuto il governo di Assad per 21 mesi. Gli attivisti dicono che circa 44.000 persone sono state uccise.

Nel frattempo in Siria su sabato, attivisti detto che un’auto bomba era esplosa in un quartiere orientale della capitale, Damasco, uccidendo almeno cinque persone.
‘Non andare da nessuna parte’

Signor Lavrov ha dichiarato ai giornalisti su un volo di ritorno a Mosca da un vertice UE-Russia di Bruxelles: “secondo le informazioni che abbiamo, così come i dati dei servizi speciali statunitensi ed europei, il governo [siriano] sta facendo tutto il possibile per garantire [suoi arsenali chimici].

“Il governo siriano ha concentrato le scorte in uno o due centri, a differenza del passato quando furono dispersi in tutto il paese”.

Signor Lavrov ha detto che la più grande minaccia da armi chimiche della Siria sarebbe se militanti riuscirono a catturarli.

Gli Stati Uniti temono che la Siria possa essere tentata di usare le armi se la situazione diventa più disperata.

Mike Rogers, Presidente della US House Committee on Intelligence, ha detto alla BBC che un piano regionale era necessario per garantire le armi “immediatamente”.

“Altrimenti stiamo andando ad avere un evento molto importante destabilizzante nella regione,” ha detto il signor Rogers.

Il presidente Barack Obama ha avvertito il Presidente Assad questo mese che egli dovrebbe affrontare “conseguenze” se armi chimiche sono fossero usate su il popolo siriano, dicendo che sarebbe “totalmente inaccettabile”.

Gli Stati Uniti afferano che questo sarebbe una “linea rossa” che possa innescare l’intervento militare.

Signor Lavrov ha detto che credeva che le potenze occidentali non avevano alcun interesse a intervenire.

“Ho la sensazione che essi (il governo siriano) stanno pregando affiché la Russia e la Cina blocchino l’autorizzazione per intervento esterno. Perché se c’è una tale decisione, che dovranno agire, e nessuno è pronto ad agire.”

Signor Lavrov ha detto che credeva che nessuno poteva vincere la guerra civile, e che il Presidente Assad non aveva intenzione di lasciare.

“Assad non sta andando da nessuna parte, non importa quello che qualcuno dice, sia essa in Cina o in Russia”, ha detto il signor Lavrov.

Ha detto che alcune potenze regionali avevano chiesto a Mosca di mediare per Signor Assad di lasciare.

Signor Lavrov ha detto egli ha detto loro: “perché dovremmo farlo? Se avete queste intenzioni, andare da lui (Assad) voi stessi. ”

All’interno della Siria, il gruppo di attivisti dell’opposizione con base nel Regno Unito, the Syrian Observatory for Human Rights, ha detto che un’auto bomba era esplosa in orientale Distretto di Damasco di Qaboun, uccidendo almeno cinque persone e ferendone decine.

Ha anche riferito che le forze ribelli avevano avvertito due città prevalentemente cristiana che potrebbe venire sotto attacco.

I ribelli ha detto che la città di Mahrada e Sqailbiyeh nella provincia di Hama sono stata utilizzata dalle forze del governo per lanciare attacchi.

L’Osservatorio ha anche detto che ci sono stati scontri tra ribelli e forze governative nel sud della capitale, nel quartiere di al-Aswad Hajar.

L’Osservatorio dice più di 44.000 persone sono state uccise negli ultimi 21 mesi di agitazioni, tra cui quasi 31.000 civili.

Commento:

Chi sta usando il gas in Syria? (il vecchio copione del dittatore cattivo sembra valido sia per Irak, sia per Libia, sia per la Syria, forse anche per l’Iran)

Ricordiamo a tutti che la Costituzione Italiana “ripudia la guerra quale metodo di risoluzione delle controversie internazionali” (Art. 11)
http://www.governo.it/governo/costituzione/principi.html

I commenti della stampa italiana

l’unità:
http://www.unita.it/mondo/ad-homs-vittime-con-gas-nervino-br-siria-la-denuncia-di-attivisti-anti-assad-1.476281?localLinksEnabled=true

la stampa:
http://www.lastampa.it/2012/12/24/esteri/siria-la-denuncia-degli-attivisti-le-truppe-di-assad-usano-gas-nervini-sl1xqPeJPja5SIxvHqwuvJ/pagina.html

il giornale:
http://www.ilgiornale.it/news/esteri/siria-jazeera-regime-ha-usato-gas-nervino-homs-868441.html

il fatto quotidiano:
http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/12/24/siria-attivisti-denunciano-nuova-strage-davanti-a-panificio/454815/

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...