La zattera della Medusa [di Ferruccio De Bortoli] – Berlusconi avrebbe buttato a mare Monti

http://www.corriere.it/editoriali/12_dicembre_06/debortoli-zattera-medusa_980e814c-3f6d-11e2-823e-1add3ba819e8.shtml

http://it.wikipedia.org/wiki/La_zattera_della_Medusa

Segnaliamo l’articolo precedente di Ferruccio De Bortoli del “Corriere della Sera”  che trae origine dal celebre quadro.

Egli scrive, cit:
Il centrodestra assomiglia sempre di più alla zattera della Medusa di Gericault. Alla deriva. I naufraghi s’ammazzano l’un con l’altro. Gli elettori, e sono ancora tanti, guardano sgomenti, e non meritano un tale spettacolo. Alle elezioni mancano al massimo quattro mesi. Berlusconi sembra deciso a sfidare il vincitore delle primarie del Pd. Il Cavaliere fu abilissimo nel ’94 a riempire il vuoto della politica dopo Mani Pulite. Oggi quel vuoto lo crea lui con le sue goffaggini e le sue indecisioni. Fu straordinario nell’usare, e controllare, i mezzi di comunicazione. Oggi ne è vittima, anche di chi lo sostiene. Eccezionale nel trasformare le contese elettorali in plebisciti su se stesso. Oggi il plebiscito lo vedrebbe perdente. E Bersani giustamente gongola all’idea di averlo come avversario. A ciò si aggiunge che quel che resta del Pdl fa di fatto, con i propri litigi, campagna elettorale per gli avversari.

Commento:
Io -invece- citerei “l’eterogenesi dei fini”:
http://it.wikipedia.org/wiki/Eterogenesi_dei_fini

Non certo in riferimento alla casa a Montecarlo di Gianfranco Fini.

Ma per il fatto che la “botta” che prese Berlusconi nel doversi dimettere intorno all’11-11-11, quindi l’anno scorso, prevedeva -per il personaggio- una vendetta che andava servita fredda ..

Oggi, Berlusconi, può vantare un Italia al collasso con nessun parametro economico e finanziario che si possa guardare escluso lo spread.

Termine -lo spread- che però riguarda il debito dello stato, che ha più un valore psicologico sui mercati che un valore reale.

Perché -ci sarà chiesto- visto che i “sacrifici umani” sono stati fatti lo SPREAD continua a crescere?

Semplice: perché lo spread non è relazionato al debito pubblico come ci era stato detto, ma alle aspettative di svendita del patrimonio pubblico, che con un “curatore fallimentare” al governo aveva aspettativa che si attuasse!

Ma ciò è nell’interesse di chi?

Non è forse nell’interesse della speculazione finanziaria che può agire indisturbata sui mercati a cui chiediamo i prestiti nella emissione dei titoli?

Quindi NON è la strada quella di essere accondiscendenti con i mercati finanziari!

Che una volta portati tutti i beni pubblici al Monte di Pietà e non avendo più nulla da dare in garanzia ci butterà in mezzo ad una strada come sta facendo con la Grecia.

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...