Qual’è la verità sulla ARGENTINA? [massmediologia/economia/teoria dei modelli]

il teatrino della politica

il teatrino della politica

da it.cultura.filosofia; it.economia; it.politica (ngs della gerachia it)

ANTEFATTO:

Lino Cibernetico:

Siamo già falliti? .. e non lo sapevamo? [studio della via di fuga]

Il video della inchiesta del giornalista Formigli mette il dito nella piaga.

Come dice -il presidente della regione Piemonte Roberto Cota- al minuto 5

“La regione Piemonte ha accumulato un debito molto alto, circa 10 miliardi (di euro), se non esiste questa corrispondenza tra entrate ed uscite il sistema non può più stare in piedi e quindi il sistema è tecnicamente un sistema FALLITO”.

Commento:

Il problema NON è un problema contabile ma di ARCHITETTURA finanziaria.

Se uno stato sovrano può emettere moneta parerà i buchi di bilancio, o le spese per terremoti ed alluvioni con la emissione di nuova moneta e ciò causerà una svalutazione della massa monetaria pre-esistente, ma anche una opportunità di finanziarie spese imprescindibili alla comunità che saranno spalmate sulla collettività svalutando i soldi di chi ce li aveva.

Da un lato, poiché il valore della moneta non è costante, non è detto che se gli investimenti sono produttivi il valore della moneta non possa addirittura ri-valutarsi a causa di investimenti PRODUTTIVI ..

Dall’altro lato, poiché ciò è possibile solo con moneta sovrana ciò non è possibile all’ITALIA poiché l’Italia chiede in prestito il denaro che stampa, visto che “i mercati” possono imporci tassi di prestito esorbitanti se non adempiamo alle “letterine della BCE”, ossia ad una politica di svendere i Beni Pubblici: scuola, sanità, demanio, strade, autostrade, infrastrutture, sistema pensionistico, sistema delle assicurazioni, e in generale tutti i servizi alla collettività che una volta erano garantiti dalla autorità statale completamente esautorata dalla sua funzione pubblica.

Il sistema potrebbe stare in equilibrio anche a livello europeo esattamente come sta in equilibrio negli USA nel rapporto tra USA e FED.

Ma dovremmo votare gli organismi di controllo alle elezioni europee per una confederazione di stati in condizioni di parità (art.11 della Costituzione Italiana).

Purtroppo ciò, oggi, non è possibile perché siamo sotto minaccia di farci fallire economicamente e finanziariamente.

L’unica possibilità attuale è uscire dalla comunità europea e dalla eurozona come fece la Argentina nel suo rapporto 1:1 tra pesos e dollaro, e quindi per noi tra lira e euro.

(Esattamente con una doppia circolazione euro e “nuova lira” in cui solo la nuova lira è abilitata al pagamento delle tasse sul territorio italiano e quindi con una nuova lira molto richiesta per adempiere a questo mandato, oltre che per il fatto che la stanpa della “nuova lira” -tramite i relativi titoli di stato- non avrà i problemi di oggi, avendo riguadagnato la funzione di controllo della moneta, l’Italia, tramite il monistero del tesoro che deve potere dare direttive alla Banca di Italia come “prestatore di ultima istanza” e quindi senza possibilità che i tassi sui titoli possanno divenire incontrollabili).

Eventualmente EUROPA si potrà ricontrattare solo da una posizione di autonomia e quindi da una posizione di forza che non sia leonina ai danni dell’Italia e da parte di tutte le nazioni che oggi subiscono il IV Reich.

Oggi l’euro è strutturato come una nuova arma di distruzione di massa.

Quindi l’unica via di fuga è una fuga dalla trappola dell’euro verso una nuova sovranità nazionale con una nostra moneta controllata da un governo eletto che risponda al popolo sovrano del programma elettorale spiegato prima del mandato elettorale, al fine di non massacrare il 99% delle persone.

On 18/11/2012 14:29, L wrote:

> L’unica possibilità attuale è uscire dalla comunità europea e dalla
> eurozona come fece la Argentina nel suo rapporto 1:1 tra pesos e
> dollaro, e quindi per noi tra lira e euro.

From: Acremone <nemo@nolimetangere.it>
Newsgroups: it.cultura.filosofia,it.politica,it.economia

Sei un genio. Se hai un amico argentino, raccontagli la tua idea, almeno ti mena lui. Io via mail non posso…

Il 20/11/2012 17:14, Acremone ha scritto:

On 18/11/2012 14:29, L wrote:

L’unica possibilità attuale è uscire dalla comunità europea e dalla
eurozona come fece la Argentina nel suo rapporto 1:1 tra pesos e
dollaro, e quindi per noi tra lira e euro.

Sei un genio. Se hai un amico argentino, raccontagli la tua idea, almeno
ti mena lui. Io via mail non posso…

L wrote:
Non è una mia idea che l’Argentina sia fallita perché aveva il cambio fisso tra pesos e dollaro.

Non è una mia idea che sia riuscita a azionalizzare l’estrazione petrolifera prendendo a calci in culo (pagando le relative quote azionarie) chi era nel petrolio in Argentina e oggi abbia il monopolio pubblico sul petrolio.

Purtroppo le persone come te non sanno i fatti.

Ecco perché dici cazzate, perché sei ignorante.

perché non provi a leggere qualcosa che non sia solo main stream?

https://partitoviola.wordpress.com/2012/08/19/perche-attaccare-lambasciata-della-repubblica-di-ecuador-solo-per-jules-assange-no/

i video:
La Crisi Argentina come nessuno ve la ha mai raccontanta
[vista dalla parte di chi ne è stato travolto]
“DIARIO DEL SACCHEGGIO”

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=zAWivIQxuG0

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Q7bOj_Y2Etc

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=YSqyabjiP3I

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=Y5UBnAUGal8

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=kMlv1HddwnY

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=xBhsVqoBb60

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=OmJLZ4Q7gBM

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=q3oRy42aKaU

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=zxqhdWaBcbc

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=nDUvFAhnryI

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=A-RV1re-wso

http://www.youtube.com/watch?feature=player_embedded&v=WiOV9tziLh0

On 20/11/2012 17:51, L wrote:

Purtroppo le persone come te non sanno i fatti.

Ecco perché dici cazzate, perché sei ignorante.

From: Acremone <nemo@nolimetangere.it>
Newsgroups: it.cultura.filosofia,it.politica,it.economia

Se ti dicessi che, in un certo senso, ci vivo? Che in Argentina non posso cambiare liberamente i miei pesos euro perché la banca non me li dà e devo ricorre al mercato nero perché i cambi sono fuori controllo? Che un bambino che nasce in Argentina ha mediamente quattro anni di vita in meno rispetto a un italiano? Che se porti i pesos in banca in un Italia non te li cambiano perché ormai sono CARTA IGIENICA? Che se esporti ti tassano perché qui manca tutto? Che se vieni in Italia e spendi con la carta di credito ti tassano perché i soldi del tuo conto corrente sono FINTI? Che c’è il mercato nero per tutto mentre il calcio gratis per tutti per ritardare la rivolta generale dei mentecatti? Che l’inflazione è fuori controllo e la gente se la passa malissimo? Che c’è un odio sociale tra gli strati della popolazione da paura? Che una famiglia del ceto medio spende il 33% del suo reddito per mandare i figli alla scuola privata perché quella pubblica non c’è quasi? Che la sanità te la devi pagare? Che paghi anche l’abbonamento all’AMBULANZA privata perché se ha bisogno di essere trasportato d’urgenza all’ospedale non sei certo che arriverà qualcuno? Che se vuoi importare qualsiasi cosa devi garantire di esportare di più, se no un organo di dubbia costituzionalità ti blocca tutto in dogana? e che ovviamente i ricchi se ne possono allegramente FOTTERE perché i loro soldi stanno all’estero mentre i poveracci con il tuo livello culturale PAGANO TUTTO FINO IN FONDO anche per gli altri?

D’altra parte se credi che

L wrote:
>La situazione di crisi degli stati NON è causata dal debito pubblico,
>ma dall’avere ceduto (chi lo ha fatto) la SOVRANITA’ MONETARIA.

Vuol dire che capisci di economia meno della più svampita delle veline.

Già la premessa, per cui il debito pubblico è la causa della crisi, è tipica di una mente confusa per cui cause ed effetti si mischiano in un grande budino di superficiale confusione.

Il 21/11/2012 08:59, Acremone ha scritto:

Se ti dicessi che, in un certo senso, ci vivo? Che in Argentina non
posso cambiare liberamente i miei pesos euro perché la banca non me li
dà e devo ricorre al mercato nero perché i cambi sono fuori controllo?
Che un bambino che nasce in Argentina ha mediamente quattro anni di vita
in meno rispetto a un italiano? Che se porti i pesos in banca in un
Italia non te li cambiano perché ormai sono CARTA IGIENICA? Che se
esporti ti tassano perché qui manca tutto? Che se vieni in Italia e
spendi con la carta di credito ti tassano perché i soldi del tuo conto
corrente sono FINTI? Che c’è il mercato nero per tutto mentre il calcio
gratis per tutti per ritardare la rivolta generale dei mentecatti? Che
l’inflazione è fuori controllo e la gente se la passa malissimo? Che c’è
un odio sociale tra gli strati della popolazione da paura? Che una
famiglia del ceto medio spende il 33% del suo reddito per mandare i
figli alla scuola privata perché quella pubblica non c’è quasi? Che la
sanità te la devi pagare? Che paghi anche l’abbonamento all’AMBULANZA
privata perché se ha bisogno di essere trasportato d’urgenza
all’ospedale non sei certo che arriverà qualcuno? Che se vuoi importare
qualsiasi cosa devi garantire di esportare di più, se no un organo di
dubbia costituzionalità ti blocca tutto in dogana? e che ovviamente i
ricchi se ne possono allegramente FOTTERE perché i loro soldi stanno
all’estero mentre i poveracci con il tuo livello culturale PAGANO TUTTO
FINO IN FONDO anche per gli altri?

D’altra parte se credi che
>La situazione di crisi degli stati NON è causata dal debito pubblico,
>ma dall’avere ceduto (chi lo ha fatto) la SOVRANITA’ MONETARIA.
Vuol dire che capisci di economia meno della più svampita delle veline.

Già la premessa, per cui il debito pubblico è la causa della crisi, è
tipica di una mente confusa per cui cause ed effetti si mischiano in un
grande budino di superficiale confusione.

L wrote:

Acremone, tu vuoi veramente capire?

Se è vero che vuoi veramente capire dimmi che titoli di studio hai e quindi partiamo dalla tua capacità di analisi.

Poiché a me non piace giocare a nascondino né offendere le persone ti dico che io sono un esperto di teoria dei modelli: laurea in ingegneria.
Ti elenco anche alcune materie degli esami sostenuti:
misure per sistemi dinamici
automazione impianti
teoria dei sistemi
controlli automatici I, II
analisi numerica
calcolatori elettronici
teoria dei segnali
sistemi combinatori e sequenziali
costruzioni elettroniche
tesi: strategie di sistemi affidabili e tolleranti il guasto (Selenia Spazio)

Quindi io non sto solo facendo _analisi_ dello stato di fatto.

Io sto dicendo che la _sintesi_ ossia il progetto per cambiare lo stato di fatto porta a cercare le *vere cause* del dissesto del modello di società che sta collassando.

Dico che la causa _principale_ del dissesto del modello di società a livello _mondiale_ è la perdita di una “architettura di sindacato di chi amministra i beni pubblici”(ma anche privati: vedasi la riforma necessaria del sistema bancario che se in difficoltà si fa ricapitalizzare dai debiti degli stati nazionali), quindi di un modello di controllo del sistema orientato alla stabilità del sistema spiegando quale sarebbe il funzionale di ottimo.

Nella teoria della stabilità di Lyapunov nota come presupposti matematici almeno dalla fine della seconda guerra mondiale è dimostrabile _matematicamente_ che un sistema per essere stabile deve avere un feedback, una capacità cioé di monitorare lo stato del sistema, di un qualunque sistema, e di operare sugli input per regolarli: si agisce allora su una funzione errore e(t) che è la differenza tra dinamica osservata in input e dinamica desiderata in input tale che il sistema abbia in output la dinamica desiderata.

Queste non sono chiacchiere ma matematica allo stato puro.

L’unica variabile è decidere verso che società vogliamo andare.

Se deve essere una società in cui il 99% delle persone deve essere INCONSAPEVOLE di chi amministra la cosa pubblica (e come) non ci serve di fare nulla, perché è già la nostra società.

Se INVECE vogliamo una società in cui chi si propone di amministrare la cosa pubblica dice _prima_ cosa si propone, come per esempio abbassare o togliere le tasse sulla casa, e poi si misura nel suo mandato se ha fatto ciò che ha detto -> allora siamo in una società in cui il mandato di amministrare si ottiene su sovranità popolare di poterlo revocare.

Il PDL aveva detto che toglieva la tassa sulla casa?

SI’

L’ha tolta?

Non del tutto perché ha lasciato la tassa sulle seconde case.

Ha poi tolto la fiducia a Monti perché ha messo la tassa sulla casa (eccettuate le banche e il vaticano) detta IMU?

No, non ha tolto la fiducia a Monti tradendo ciò che aveva promesso.

E’ quindi una forza politica affidabile?

No, perché dice programmi come propaganda che poi non attua.

Il PD perché ha permesso l’IMU, togliere l’assistenza ai disabili, sovvertire l’art.18 dello statuto dei lavoratori, perdere la sovranità monetaria e consentire alla Germania accordi in condizioni di non parità con gli altri stati come prevede l’art. 11 della Costituzione Italiana?

Perché è fintamente di sinistra e non difende gli interessi degli ultimi, ma di una classe sociale “degli amici degli amici” (cit Fassino: “abbiamo una banca?”) ugualmente inaffidabile con in più ciò che Paolo Barnard chiama “il più grande crimine” averci posto nelle condizioni di perdere la sovranità nazionale senza che ci fosse una Europa in cui tutti paghino le stesse tasse e ottengano gli stessi servizi, e quindi di averci messo sotto il IV Reich della Germania che sarà anche essa travolta dalla politica dell’euro usato come “nuova arma di distruzione di massa”.

Quello che va capito è che la contesa NON è tra stati sovrani, (ieri anche la Francia è stata declassata dalle agenzie di rating) ma tra un 1% (forse meno) di popolazione collocata in più stati, e il 99% della popolazione mondiale che è stata destinata alla povertà e quindi alla estinzione in un progetto che mira a ridurre la popolazione mondiale da 7 miliardi di persone a circa 1 miliardo di persone.

Il progetto è talmente mostruoso che pochi riescono a pensare che possa essere vero sebbene si osservi che le condizioni sociali sono in rapido peggioramento con strumenti diversi sia in Europa e sia in altri quadranti del mondo.

Ma è la conseguenza INEVITABILE di un ragionamento semplice fatta dai centri di studi strategici:

1) il cibo e l’acqua non è sufficiente per l’aumento della popolazione che i demografi prevedono che sarà in rapido aumento sul pianeta se si rimanesse a un processo di garantire a tutti acqua e cibo.

2) una soluzione è portare alla povertà il 99% delle persone perché non possa riprodursi per mancanza di condizioni di sopravvivenza minime.

E’ la unica soluzione?

Analisti che abbiano una competenza in materia, come me, dicono di no.

La soluzione alternativa è creare un *eco-sistema*.

Si vedano per esempio i lavori di Vandana Shiva (esistono video anche su youtube a livello divulgativo, oltre che altri documenti più tecnici che per ora tralascio).

Ma per creare un eco-sistema serve una attività di sindacare chi amministra la cosa pubblica e far perdere un potere egemone che oggi è sopra persino al governo ufficiale degli stati teoricamente sovrani.

Chi norma oggi le regole della BCE?

Chi norma oggi le regole della FED?

Chi norma oggi le transazioni e tracciabilità dei mercati finanziari?

Perché serve un accordo con la Svizzera per tassare i conti correnti dei capitali di italiani in Svizzera con il vincolo dell’anonimato sui soggetti detentori di quelle ricchezze?

Chi ci garantisce “chi controlla il controllore?”

L’unica ARCHITETTURA che consente la dinamica di controllo e soluzione del problema di “chi controlla il controllore” è un sistema distribuito organizzato come una rete neurale.

Se tutte le transazioni finanziarie a livello mondiale sono on line e accessibili a tutti e non solo alle autorità deputate ufficialmente al controllo -> allora -> le stesse autorità di controllo sono sindacabili e CHIUNQUE  può verificare se ad esempio i bilanci certificati della Parmalat sono certificati perché conformi alle norme o con FRODI.

Ciò porta il fatto che poiché si potrebbe scoprire che una società può avere certificazione false -allora- le certificazione false saranno molto rischiose perché le stesse società potranno essere platealmente smascherate da qualunque utente, e quindi non si può corrompere ogni soggetto potenzialmente in grado di controllare.

L’architettura di controllo quindi esiste per rimettere la società fuori dalla corruzione, ma implica la perdita di potere da parte di chi oggi ha il potere in modo egemone.

Ecco perché si cercherà di implementare solo la soluzione di sterminare la popolazione mondiale al 99%.

Sta al 99% non comportarsi come un popolo bue, altrimenti saremo sterminati.

Non è un problema dell’ARGENTINA!

E’ un problema di tutte le società che non si danno dei soggetti deputati alla amministrazione della cosa pubblica senza che tali soggetti siano SINDACABILI.

Grazie di questa occasione.

more info:
“ecco come morimmo” di Paolo Barnard
http://www.youtube.com/watch?v=BRsCvHFP1U0

sul mio blog:
https://partitoviola.wordpress.com/mmt-30-sec/

Advertisements
Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...