14 novembre 2012 – in Italia ed in molte città d’Europa manifestazioni contro la politica dei sacrifici umani – in genere i più giovani

Abbiamo scelto il video qui sopra perché da l’idea di come i giovani abbiano capito chi abbia costruito la mostruosità di una società che aiuta i ricchi e lancia da una rupe i poveri, i più i indifesi, in genere i più giovani.

Vi sarebbe una dichiarazione di Beppe Grillo in cui egli afferma che “è una guerra” ed invita le forze dell’ordine ad unirsi ai manifestanti.

Ricordiamo a tutte le forze politiche che non siamo in una commedia, ma siamo prossimi ad una tragedia se non sapremo distinguere la comicità dalle cose serie.

Se “ognuno vale uno” è l’esercizio della democrazia che deve esprimere un governo democraticamente eletto e quindi invitiamo le forze che intendono presentarsi alle prossime elezioni a spiegare se e perché appoggiano Monti e la politica dell’euro quale arma di distruzione di massa, dicendo che “il più grande successo dell’euro è la Grecia” (cit.Monti)

Spieghiamo a tutti che l’Italia non prevede nella sua Costituzione “cessioni di sovranità” ma trattati in condizioni di “parità con gli altri stati” (art.11 della Costituzione Italiana).

I giovani non sono stupidi e sanno leggere e scrivere e non è una questione che si risolverà con le manganellate né da una parte e né dall’altra, ma con la amministrazione trasparente e democratica dei “beni comuni”: l’acqua, i servizi, il diritto allo studio, al lavoro, ad uno spazio espressivo per tutti, dove ognuno possa spiegare e rispondere di ciò che pensa, che dice, e che fa.

Il popolo viola, come movimento, e poi questo blog invitano tutti alla non violenza e a restare su un piano di capacità di un progetto di una società giusta, sapendo vincere perché si è capaci di convincere.

Altri pensano che ci sia una guerra da combattere, noi respingiamo la guerra e i caschi e i manganelli, poiché ci serve la pace su cui costruire la felicità .. poiché la guerra è il lato oscuro e abbiamo -invece- diritto alla felicità ..

Melissa Bassi studentessa di Brindisi morta per un'esplosione davanti alla sua scuola

Melissa Bassi studentessa di Brindisi morta per un’esplosione davanti alla sua scuola il 19 maggio 2012

icona del come si presenta una guerra

icona del come si presenta una guerra

14-11-2012-lugotevere-roma

14-11-2012-lugotevere-roma

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...