Le cause della crisi?

Le cause della crisi?

Per alcuni (Boldrin etc) sono dipendenti dalla burocrazia corrotta e uno stato invadente.
Non si dice però che la corruzione oggi visibile nelle amministrazioni delle provincie, regioni, comuni, potrebbe essere stata usata da “capro espiatorio” indicando “i ladri di polli”, ovvero furti marginali consentiti da mancanza di controlli ad hoc.

Per altri (Nino Galloni etc) sono dipendenti da una svendita delle tutele della collettività e avere de-strutturato la cosa pubblica.
Non si dice però che l’enel era in attivo ed era pubblica, le poste italiane erano in attivo ed erano pubbliche, l’eni era in attivo ed era pubblica, le ferrovie dello stato erano più efficienti di oggi e costavano di meno, e -in definitiva- intorno al 2000 quando l’Italia entrò nell’euro avevamo mille miliardi di euro di debito pubblico, e ci fu detto -da Prodi- che dovevamo vendere i beni pubblici per abbassare il debito pubblico che in 12 anni è però RADDOPPIATO e inoltre vede i servizi peggiorati e insopportabili non solo dalle classi sociali basse, ma anche della classe media.

Noi, Viola, non pensiamo che la crisi sia meterologica.

Pensiamo invece che sia un progetto scientemente studiato per mostrare ciò che stiamo osservando. Il video seguente lo spiega con maggiore dettaglio:

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...