«operazione cieli bui» nuove misure di Mr Monti: “ci sarà meno illuminazione pubblica”

"operazione cielei bui"

“operazione cielei bui”

cit:

Meno illuminazione pubblica per risparmiare, ma il paese è gia al buio nei consumi e nella recessione. Camusso: «Esecutivo miope»

Una manovra da 11,6 miliardi, di cui 6,5 per evitare il nuovo aumento dell’Iva. Tagli pesanti per sanità e pubblico impiego. Lo stato blocca l’acquisto e l’affitto di immobili e automobili Non c’è niente da fare, i soldi che servono allo stato per la legge di stabilità 2013 non verranno per esempio dai grandi patrimoni ma dai soliti posti noti: la sanità pubblica innanzitutto, che dovrebbe subire un ulteriore taglio di 1,5 miliardi, dal pubblico impiego, con la scuola in prima linea, dagli enti locali. Siamo ancora al livello di indiscrezioni e bozze, ma questi sarebbero i tagli più pesanti contenuti nella bozza di legge di stabilità presentata alle parti sociali dal governo Monti. Inoltre ci sarebbe uno stop all’acquiosto e all’affitto di auto nuove (a esclusione per le forze dell’ordine), di immobili, di arredi.

«Non è una nuova manovra», ha detto il ministro dell’economia Vittorio Grilli, ma una manovra pesante sì. Secondo una tabella priva di riferimenti all’impatto degli interventi su deficit e fabbisogno, vale 11,6 miliardi ai fini della riduzione del saldo netto da finanziarie: 6,6 mld nel 2013, 4,1 mld nel 2014, 900 mln nel 2015. Per Grilli, servono 6,5 miliardi subito per non aumentare di nuovo l’Iva, che darebbe il colpo finale a un paese stremato: mentre il ministro parlava, l’Istat comunicava che il potere d’acquisto delle famiglie italiane è precipitato del 4,1% nell’ultimo anno. Nel conto dovrebbe essere stato recuperato, almeno sulla carta, il buco di circa 500 milioni provocato dalla bocciatura del Consiglio di stato dell’Imu per la Chiesa. Le nuove norme per il 2013 ci sono, ha assicurato Grilli.

Il goveno Monti ha avuto anche un tocco di creatività. Per risparmiare sull’energia, viene prevista l’«operazione cieli bui». «Per finalità – si legge nella bozza governativa – di contenimento della spesa pubblica, di risparmio di risorse energetiche, nonché di razionalizzazione ed ammodernamento delle fonti di illuminazione in ambienti pubblici», ci sarà meno illuminazione pubblica. Viene facile, ma è così: di fatto siamo già un paese al buio, mettendo insieme i dati della disoccupazione, dei consumi, della recessione.

continua:

http://www.controlacrisi.org/notizia/Politica/2012/10/10/27042-cieli-bui-il-paese-di-monti/

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...