“NON ERAVAMO PIIGS, TORNEREMO ITALIA” SI FA! (CON CHIARIMENTI ESSENZIALI) [di Paolo Barnard]

articolo di Paolo Barnard:
http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=463

cit:

“NON ERAVAMO PIIGS, TORNEREMO ITALIA” SI FA! (CON CHIARIMENTI ESSENZIALI) 5-10-2012

Le due conferenze MMT salva vite e salva nazione si fanno, le adesioni sono sufficienti per il minimo richiesto. Il conto corrente rimane aperto, per favore continuate ad aderire.

I luoghi: Cagliari è confermata come sede della conferenza del 27-28 Ottobre. Per Rimini c’è un problema di sale che stiamo risolvendo, ma la data del 20-21 Ottobre è confermata. Seguite il mio sito o http://www.democraziammt.info per la conferma definitiva sulla location del 20-21, che in ogni caso sarà non distante da Rimini.

I relatori hanno subito variazioni. Ecco la lista definitiva.

Dott. WARREN MOSLER, economista e investitore, il padre, il creatore e lo sviluppatore della Modern Money Theory.

Prof. MATHEW FORSTATER, accademico MMT dell’Università del Missouri KC, ma soprattutto fra i protagonisti del salvataggio dell’Argentina dopo il default del 2001, quindi preziosissimo esperto del recupero nazionale di sovranità monetaria e del salvataggio delle aziende e dei lavoratori.

Prof. ALAIN PARGUEZ, ex consulente di Mitterrand, professore emerito all’Univ. di Besancon, e il maggior insider dissidente del Golpe Finanziario europeo.

Per gli alloggi: questa volta non forniamo alcuna agenzia specializzata, perché la volta scorsa chi prenotava la notte via internet trovava camere molto più economiche di quelle proposte dall’agenzia.

I CHIARIMENTI SULLA MMT IN ITALIA. ESSENZIALI.

Ho licenziato dalla lista dei relatori, e da future collaborazioni con me in Italia, Stephanie Kelton, Marshall Auerback e James Galbraith, per gravi violazioni di ordine deontologico ed etico. Costoro, assieme agli altri MMT Bill Black e Pavlina Tcherneva, hanno accettato di offrire il prestigio accademico della MMT al Presidente della Regione Calabria Giuseppe Scopelliti (e ad alcuni suoi faccendieri diffamatori e amici di massoni in seconda). Scopelliti è un politico pluri inquisito, gravato da una condanna in primo grado, e da altri seri problemi giudiziari, come ampiamente riportato dagli atti e dalla cronaca, che io colpevolmente ignoravo o sottovalutavo. Mi sono ravveduto, in fretta. Ritengo infatti che se la MMT viene portata in pompa magna, e pubblicamente, a dar lustro a un politico così legalmente compromesso, si rischia la fine della sua credibilità in Italia, di tutto il mio lavoro di tre anni, e di quello di chi ha faticato con me, con un danno tragico al beneficio che la MMT può offrire a questo Paese in crisi disperata. La MMT può e deve andare come consulenza a (quasi) chiunque la richieda, ma non come marchio di prestigio pubblico di un politico o di un partito, meno che meno di quelli indagati o condannati. Significa bollarla e squalificarla per tutto il resto della cittadinanza.

I miei ex relatori Kelton, Auerback e Galbraith, con Black e Tcherneva, non hanno avuto alcuna remora nella loro scelta, devastante, e ciò che più m’indigna è che nel loro Paese – dove per molto meno qualsiasi personaggio pubblico viene distrutto nella reputazione – essi non si sarebbero neppure sognati di compiere una simile scelleratezza. Fra l’altro trovo comico (e indecente), mi si permetta, che il prode criminologo Bill Black siederà pacioso a fianco di un politico già condannato e pluri indagato. In ogni caso essi non posseggono più da questo momento i requisiti di trasparenza ed etica necessari a contribuire a ciò che io, e chi lavora con me, stiamo cercando di costruire in Italia con la MMT. A noi rimangono Warren Mosler, Alain Parguez e Mathew Forstater, un team eccezionale.

E qui invito i cittadini e gli attivisti che hanno a cuore il Paese ad aderire in Italia solo alla MMT e ai suoi esponenti che non si siano mai legati pubblicamente a partiti o a politici, come è morale e giusto che sia.

La Modern Money Theory, seppur creata da un uomo, Mosler, non è le persone che la portano in giro. Essa è un secolo di economia salva vite e salva nazioni il cui valore immenso prescinde dalle miserie umane di taluni.

Chiudo qui questa triste storia, e non accetto su questo ulteriori dibattiti e polemiche. Ai veleni che taluni malsani personaggi tenteranno di scatenare su questo, rispondo come sempre: “Mai lottare coi maiali. Ci si sporca, e poi ai maiali piace”.

George Bernard Shaw
fonte: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=463

NOI VI MANDEREMO A FARVI FOTTERE, CON AUTOREVOLEZZA. 6-10-2012
di Paolo Barnard
fonte: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=464

A Rimini e a Cagliari fra poco noi – cioè voi, io e tre fra le più formidabili menti economiche del mondo –  costruiremo in 28 ore di lavoro e studio, di analisi economica inattaccabile, di autorevolezza inscalfibile, la seguente frase:

EUROZONA, TRATTATI EUROPEI, AUSTERITA’ DELL’ECONOMICIDIO, NEOLIBERISMO, FISCAL COMPACT, MES, BCE, FONDO MONETARIO, DRAGHI, MONTI, VON ROMPUY…

ANDATE A FARVI FOTTERE. L’ITALIA SBATTE LA PORTA.

MOSLER: esattamente come si fa, e come si torna Italia ricca, sovrana, e inattaccabile.

FORSTATER: come l’ha fatto e come lo sta facendo l’Argentina, dalla miseria alla crescita più alta del mondo con la MMT.

PARGUEZ: perché l’Eurozona non è perdonabile, riformabile, trattabile.

A Rimini e a Cagliari, tutti noi, 20-21 Ottobre, 27-28 Ottobre 2012. Paolo Barnard

Maleducazione di sicuro. Mafia? Non so, ma poveri siciliani. 30-03-2012

di Paolo Barnard

fonte: http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=356

Nota: Non so se il Presidente della Regione Sicilia sia un mafioso. So che è un maleducato di sicuro, leggete sotto.

Ma perché il Meridione si fa sempre del male?
Una ventina di giorni fa vengo contattato da due personaggi della Sicilia politica che mi annunciano che il Presidente della Regione siciliana intende invitare gli economisti americani della Modern Money Theory a Palermo per un evento istituzionale. Le date richieste sono il 19 e il 20 aprile, “date tassative perché dopo il Presidente non può”. Il preavviso dell’invito è pari a zero in termini professionali, specialmente per economisti stranieri che hanno impegni ogni settimana dalla Cina al Brasile, dalla Germania al Congresso degli Stati Uniti. Mi viene detto al telefono da uno dei due personaggi che la cosa “è confermata”.
Ancora meglio: mi dice l’uomo che “siamo stati al vostro Summit di Rimini, abbiamo chiaro il fatto che la MMT può salvare la Sicilia, i suoi lavoratori, le famiglie, le aziende, e da qui faremo il botto, questa cosa sarà un grande evento!”. Ha ragione, chiunque abbia compreso il dirompente potenziale sociale e democratico della MMT, unico fra tutte le proposte odierne, sa che questo è vero. In particolare oggi, nel mezzo del Colpo di Stato Finanziario che sta devastando il Sud Europa. La Sicilia si prepara a una grande e storica occasione di riscatto grazie al suo Presidente, Raffaele Lombardo, penso io. E certo non ignoro tutto quello che si dice di questo politico, che non commento, perché ciò che conta è che oggi egli sappia vedere il futuro di salvezza per la sua gente e che gli porti la MMT. Per noi MMTisti conta la sua gente, chiaro?

Mi getto alla disperata per tentare di ottenere dai Professori Stephanie Kelton e Marshall Auerback (“devono essere loro due”, suonava un’altra perentoria richiesta del Lombardo) un enorme favore. Possono trovare il tempo per la nostra sfortunata ma nobile Sicilia? Kelton è impigliata fra un impegno al Congresso USA e un invito del Principato di Monaco. Auerback è impegnato in Inghilterra e poi in Germania. Ma loro sono fantastici, mi rispondono “Si fa Paolo.” Lo comunico ai due personaggi. Ma quello che segue è troppo patetico per essere scritto.

In grande sintesi: io, Kelton e Auerback siamo qui con l’agenda in mano ad aspettare la conferma istituzionale della Regione Sicilia, di Lombardo… un giorno, due, tre, sei, dodici, quindici… Il signor Raffaele Lombardo non si è mai più sentito. La sua segreteria da me sollecitata non ha mai risposto. E io sono a tu per tu con due economisti di statura mondiale che hanno fatto i salti mortali per questo Lombardo e che ora cosa mai devono pensare di noi italiani? Probabilmente (meglio, di certo) quello che penso io, e cioè che questo Lombardo è un maleducato incredibile, la macchietta del politico di provincia, uno cioè che non ha la più pallida idea di come comportarsi a un livello di minima civiltà, e se ne frega. Stendere velo pietoso qui.

Ma voi siciliani, perché dovete soffrire la Questione Meridionale in questo modo? Perché, badate bene, che questo episodio è paradigmatico del vostro destino. La MMT vi portava qualcosa che voi neppure immaginate, un benessere insperato da tutti i punti di vista per aziende e lavoratori, e ora da voi non verrà, né credo in futuro. A me veramente dispiace che per la maleducazione di uno così, tanti debbano essere penalizzati.

Per gli altri politici italiani. Noi sappiamo che sapete di noi e della MMT, ma non ci parlate. Se il vostro modello è quello ‘Lombardo’, mantenete tranquillamente il silenzio, grazie. A noi basta la gente, perché conta la gente.

da facebook:
http://www.facebook.com/groups/273244712783362/

FAVOREVOLI (a scelta di “licenziare Kelton & C) = 10

Contrari (a scelta di “licenziare Kelton & C) = 22

contrario (13)
Alberto Gallo Perfettamente d’accordo con Andrea, anche Bellofiore rientra nella categoria barnardiana dei “codardi”,Barnard si è dissociato dal suo comportamento,l’ha pure sbeffeggiato davanti al pubblico, eppure il professore ha fatto la sua lezione sul Capitale e alla fine è stato utile a suo modo.
Barnard avrebbe dovuto comportarsi così anche con Kelton e soci,non sfancularli.
In ogni caso,quel che è fatto è fatto,ci si vede al Summitt (che sempre utile resta) e poi si vedrà.

contrario (17)
Alessandro Testa Non è che invece la Kelton & C. hanno forse preso le distanze da Barnard dopo che questo ha creato la frattura tra gli attivisti? Questa ipotesi mi sembra coerente con l’indole della Kelton.Finchè si trattava di scegliere tra degli economisti da salotto e il movimento genuino creato da Barnard la Kelton & C. ha scelto Barnard,ma appena quest’ultimo ha intaccato il movimento dalla base ,la Kelton non ha più creduto in lui.Mi pare che la successione degli eventi corrisponda.E magari adesso stanno cercando altri canali per diffonderla in Italia.E’ troppo romantica come visione?Oppure si tratta solo di cachet in quanto professionisti?Per quanto concerne Scopelliti,da quanto è riportato su Wikipedia,i reati per i quali è indagato sono davvero routine per qualsiasi politico.Non c’è bisogno della magistratura cmq per sapere che un presidente di regione è in stretto contatto con la malavita,e mi fa strano ivece che non ci siano neanche indagini al riguardo.In confronto a Berlusconi fa ridere i polli,eppure forse ci si indegnerebbe di meno se fossero andati da lui,perchè? forse perchè ha l’accento Milanese?

contrario (12)
Andrea Bianchini personalmente credo che avrebbe dovuto confermare tutto, evetualmente con precisazioni, dissociandosi da alcuni comportamenti ecc… facendo cosi’ sta rovinando tutto, ci sono mille modi per esprimere il proprio dissenso, l’ultimo e’ quello di buttare tutto all’aria. di fatto il summit del 20-21 ha perso valore.

contrario (9)
Andrea Ortolano [bip] [9-10-2012 ore 21:26] Admin: L’autore ha chiesto di cancellare il suo commento e abbiamo provveduto. Se altri non gradiscono questa pubblicazione possono segnalare alla casella partitoviola@yahoo.it. Oppure a Grillo Verde su facebook. Grazie.

contrario (22)
Anto Gentile Paolo Tinti Toscano è uno che scrive qui http://www.ilmoralista.it/2012/09/16/paolo-barnard-non-faccia-lipocrita-e-sacrifichi-il-suo-narcisismo-alla-buona-causa-della-mmt/

favorevole (7)
Arlette Grossetti Mi sa che non avete letto bene questo post di Francisco Celochiedeleuropa La Manna:
“Io so per certo che non è una questione di soldi e che non sono 15.000, bensì 5.000. La questione è che oltre alla condanna di Scopelliti, dietro ci sono personaggi che vorrebbero applicare la MMT all’Europa..chiamiamoli massoni europeisti del GOD.”

favorevole (1)
Danilo Felici Ha fatto bene, questa è trasparenza e coraggio.

favorevole (2)
Fabio Di Lenola atto molto coraggioso da parte di Barnard secondo me..

contrario (16)
Federico Carli Ma come cavolo si fa??? neanche un bambino sarebbe più incapace dal punto di vista politico-decisionale… ma come si fa ad eliminare una metà dei relatori per dei motivi del genere (tra l’altro i più autorevoli e che portavano gente) e dirlo solo una volta che tutti hanno pagato… che delusione. Barnard ha portato l’MMT in italia e provvederà lui stesso a farla a pezzi

contrario (6)
Gabriele Bartoletti Io non ho parole, prima di fare questo casino Barnard doveva chiedercelo punto, semplicemente mandare una mail ad ogni coordinatore e chiedercelo…. io personalmente e semplicemente per quello che ho detto e fatto e visto il titolo di un articolo sudato dal nostro coordinatore alessio e noi sul giornale del Trentino Alto Adige etc etc da domani ho perso qualsiasi credibiilità e sono semplicemente un coglione che va’ in giro a sparare cazzate….inutile dire le mille considerazioni…. lo ho detto d’altronde fin dall’inizio senza San Francesco non sarebbe esistito Sant’Antonio, ma senza Sant’Antonio non avremo mai saputo chi fosse San Francesco…. siamo stati sfigati, qua’ andra’ tutto a puttane prima di incontrarlo un Sant’Antonio…. comunque avanti…… la Romagna è dolce e accogliente male che vada un fine settimana li’ un po’ di rustida e frittura di pesce con una boccia di Albana fa sempre bene.

PS
DP, PM, DC.

contrario (20)
Gino Sgro M’immaggino la discussione, gli americani che vogliono divulgare ovunque (non è il loro lavoro o la loro missione?) e Barnard che vuole l’esculusiva. Non voglio pensare come li avrà apostrofati.

contrario (22)
Grillo Verde scrivo qui il mio commento al perché non va fatta l’analisi del sangue a chi è un professore universitario se è ancora a piede libero e non è in galera. E’ la stessa ragione per cui si dice dei preti “fate quello che vi dicono e non fate quello che fanno”. E’ il gap tra teoria e pratica. Non stiamo portando nel mondo una religione che si chiami MMT, ma una teoria economica. Quindi una teoria deve semplicemente essere esposta e poi criticata o avvallata magari per alcune cose sì e altre no, a secondo delle prove scientifiche che si è in grado di esporre. Barnard si è sentito scavalcato. Avrà chiesto insistentemente ai congressisti di non andare in Calabria perché non era lui che organizzava e anzi era stato estromesso dalla organizzazione. E loro gli hanno spiegato che la MMT è per la gente e non gli importano i canali, purché arrivi. Saranno scesi nel dettaglio che il Grande Oriente Democratico è per applicare la MMT all’Europa e non è per l’uscita dall’euro. Ma ciò non rientra nel compito _politico_ di un economista che è teso a fare conoscere la teoria, e anzi potrebbe essere interessato di più agli stati uniti d’Europa (ammesso che abbiano strumenti di controllo democratico). La fase è molto delicata. Io penso che la MMT sta avendo successo perché la MMT non è Barnard, che ne spiega una sua modalità applicativa, ma non la MMT stessa. Lo stesso Barnard dovrebbe esserne contento di avere consentito che la MMT buchi la kappa di silenzio di cui diceva Tremonti al 1° summit. E la presenza di Galbraith non passerà inosservata sui media, e la MMT entrerà nella discussione italiana magari per tentare di depotenziarla poiché non si riesce a tenerla nascosta. Stiamo vincendo, e sarebbe onesto ammetterlo.
PS
Qualcuno tolga il manifesto qui sopra perché esiste ancora il reato di pubblicità ingannevole.

contrario(8)
Il Sikulo Tra l altro ha litigato anche con Wray, che prima era il suo Virgilio nell’MMT? Chissà perchè ma qst fatto dell’immoralità di collaborare con un pluri indagato mi sa di scusa preconfezionata per nascondere le vere ragioni del dissidio, ovvero che in Italia non si deve parlare di MMt se nn cè lui di mezzo… Se l’è presa anche con (ormai ex)membri di democraziammt perchè stavano organizzando un incontro con la Kelton in un’Università romana di fatto..

favorevole (3)
Jorge Orezzi pensandoci ancora un po’ a ciò che è successo, Barnard ha fatto bene per il seguente motivo (a parer mio): agl occhi del pubblico Kelton ecc non sono etici, ma per loro è solo lavoro, business. Non che fanno business con l n’drangheta, ma espongono ciò che sanno a degli indagati.
Quindi per evitare futuri: ‘ah ecco ! la MMT va a pranzo con dei mafiosi in calabria !’, è meglio allontanarsene per rimanere eticamente e pubblicamente puliti.
(spero di essermi spiegato con il mio italiano non perfetto)

contrario (15)
Loredana Signorile d’accordo con Alberto totalmente.

contrario (1)
Lorenzo D’Onofrio ma questo chi era, il fratello di Barnard? http://www.paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=356

contrario (19)
Lorenzo Madau aldilà del merito di quest’ultima, l’ennesima, rottura di PB con qualcuno che gli sia gravitato intorno, vorrei fare una considerazione; in questa vicenda infatti esce fuori secondo me un problema che stava a monte, e cioè questo:
Barnard ci ha presentato sin dall’inizio questi economisti MMT come dei super-uomini, delle persone dotate di un’etica, prima che di una competenza tecnica(questa sì, indiscutibile), superiore, senza compromessi, dello stesso tipo della sua(della quale siamo tutti convinti, è la sua storia a testioniarla). Ce li ha sempre presentati come dei personaggi che erano qualcosa di più che economisti, dei leoni coraggiosi, senza macchia nè paura, e in questo li ha sempre contrapposti ai nostri “coprolalici e pavidi” eterodossi italiani, rinchiusi nel loro mondo accademico.
Questo è stato il punto sbagliatissimo, perchè del tutto NON corrispondente alla realtà dei fatti. Vogliamo fare un breve elenco:

-i mestieri di Mosler(che aveva un hedge fund, mica robetta, se ne sarà pentito ma con quell’attività ha guadagnato abbastanza da poter praticare oggi, tanto per dirne una significativa, la modesta attività di investimenti in castelli..) e Auerback(si veda la bio preparata dagli organizzatori del summit..), non certo un pedigree etico favoloso;
-Parguez è stato consulente di Mitterrand;
-Galbraith è consulente di Obama (non ci arrivi e non ci vai se sei un duro e puro alla Barnard),
-Kelton e Black sono nella commissione del Senato USA per la riforma della FED(ancora: un PB non è che lo accetterebbe, non verrebbe proprio mai preso in considerazione per una cosa simile),
-Wray scrive per il blog Economonitor, cui partecipa anche il Peterson Institute, thinkthank nel cui board c’è gente come Rockefeller, Rotschild,Marchionne, Greenspan ecc.
-Mitchell è stato invitato poco fa come relatore alla Commissione europea(ma come, i terribili tecnocrati invitano direttamente a casa loro la MMT, il loro più grande nemico??)
-Krugman, che non è MMT, ma la cui citazione campeggia sulla pagina e il volantino ufficiali del summit, fa parte del terribile(a meno da come ce l’ha descritto quando si trattava di Draghi..) “Group of thirty”.

Sono tutti incarichi o compromissioni che uno dotato della moralità estrema di Barnard(e per questo è rara) non avrebbe accettato.
“Licenziare” ora quei 5 per “gravi violazioni etiche e deontologiche” perchè vanno da Scopelliti è assurdo, anzi ridicolo. Ancor di più se si pensa che lui voleva portarli da tale Raffaele Lombardo.
Il problema ripeto, sta a monte, lui doveva limitarsi a presentare la MMT per quella che effettivamente è, “il portento di economia-salva stati, salva-famiglie, salva-democrazia”, e presentare i suoi rappresentanti come i geni dell’economia e della moneta che l’hanno pensata e costruita, senza però attribuirli eccezionali doti etiche che di fatto non possiedono, almeno non al livello “barnardiano”( ma d’altronde anche Keynes è stato il genio che tutti sappiamo, ma eticamente non era certo un Martin Luther King..)

Il problema non è loro, che ovviamente non si sono mai proclamati nè considerati dei “trecento”, nè dovrebbe esser nostro, dal momento che a noi, penso la maggior parte sia d’accordo, interessa la bontà della teoria e la sua applicazione per salvare sto paese;
il problema è di chi pone davanti a tutto una moralità estremizzata, ma poi di fatto la mette per tre anni da parte solo nei confronti degli economisti MMT, per di più presentando questi stessi per qualcosa che non sono, e poi d’improvviso riapre gli occhi e li scomunica solo al momento della loro partecipazione all’evento di Scopelliti, con un atto e delle parole verso di loro che potenzialmente possono avere davvero conseguenze catastrofiche per il futuro della nostra attività. E questo sì, che diventa un problema nostro.

contrario (7)
Luca Pezzotta Bene, io senza la Kelton, Galbraith e Auerback rivoglio i miei soldi. Non c’è nessuno che abbia danneggiato questi summit tanto quanto il suo organizzatore; non c’è nessuno che stia danneggiando la MMT in Italia tanto quanto colui che ve l’ha portata. Bisognerebbe fargli causa per pubblicità menzognera visto che ci ha fatto credere e diffondere notizie false. Tanto meglio la MMT senza Barnard e le sue paranoie deliranti (mi ricorda molto il Max Stirner nella “ideologia tedesca” di Marx – lui, l’uno, l’unico); a questo punto non potrà che essere un vantaggio! Dove è il modulo per riavere i propri soldi?!

Two percent of the people think; three percent of the people think they think; and ninety-five percent of the people would rather die than think! George Bernard Shaw. Where do you think to be Mr. Barnard?!

contrario (2)
Marco Balestra Anche il sito democraziammt.info era stato licenziato, adesso inveceBarnard lo cita espressamente.
Ma come, a che titolo?
Dal momento che ha allontanato il 50% netto dello staff MMT, e con sé ha di sicuro meno del 50% dello staff, non ci siamo.
Caro Barnard, questo è golpismo.

contrario (18)
Mario Siniscalchi due righe di Barnard e anche la Kelton si è trasformata da eroina a venduta da evitare🙂

favorevole (4)
Mattia Bongiovanni Scelta difficile, ma giusta

contrario (3)
Nicola Bonazza Sono professori, hanno una parcella, li pagano e loro fanno la conferenza. Non c’è nulla di male. Capisco Barnard, ma questi capricci non servono a nulla. Sta sempre a noi scegliere chi votare, se votiamo un corrotto non ci possiamo lamentare, siamo culturalmente arretrati.

favorevole (8)
Paolo Tinti La posizione di Barnard,d’ordine morale se ho ben capito,non licenzia assolutamente nulla di quanto Kelton e soci hanno detto su MMT,la teoria non c’entra nulla.Resta tale quale a prima.Queste sono faccende “umane”.Se non é per soldi,quale sarebbe la ragione della loro partecipazione in Calabria? Nonostante quanto dica Francisco Celochiedeleuropa La Manna,io credo sia solo per questo,visto che non ne vengono menzionano altre.E posso pure capire questi signori,fanno il loro mestiere,così come pure capisco la delusione di Barnard e anche quella di tanti sostenitori MMT ,he invece di sei relatori ce ne siano tre,ma in fondo che cambia? L”importante é che i due summit si facciano,cosa non molto certa fino a qualche tempo fa.
Arlette Grossetti…che c’entra in tutto questo “stiamo “solo” cercando di capire CON CHI stare e a fianco DI CHI lottare.” ?
Non siete al fianco della MMT? I summit si fanno,che tre loro esponenti siano da un altra parte a dir le stesse cose,che cambia? Che ci interessano le loro valutazioni di opportunità finanziaria o che ,e le reprimende morali di Barnard,? Quello che conta é MMT ,a meno che non ci sia dell’altro….

contrario (14)
Paolo Tumolo Ha licenziato???

contrario (4)
Riccardo Tomassetti Atto coraggioso, ma che decreta la divisione insanabile tra Barnard e la MMT. I suoi esponenti principali, escluso Mosler (ma chissà per quanto altro tempo ancora..) da oggi non esistono più (per Barnard): Wray (già da prima), Kelton, Auerbach, Black FINE DEI GIOCHI. Questa cosa andava gestita sicuramente meglio, non so come, ma meglio.

favorevole (9)
Rio Solare Io penso che bisogna mettere da parte questi dissidi e partecipare tutti al summit, Barnard o non Barnard, il summit rimane una conferenza imporantissima che permetterà,a chi non li conosce, di venire a conoscenza degli strumenti per combattere L’unione europea e per chi già li conosce, di perfezionarli.

favorevole (6)
Sergio Malvaso scusate ma lo conoscete SCOPELLITI.CON LUI IN COMUNE DI REGGIO CALABRIA HA RISCHIATO IL DEFAULT,PER GLI IMBROGLI DL DI DENTRO UNA PERSONA CORROTTA E’ MORTA INGERENDO DELL’ACIDO MURIATICO .SCOPETTIVT SAPEVA ECCO PERCHE’ INDAGATO SECONDO ME SE BARNARD TENESSE VERAMENTE A FAR PARLARE DI SE,COME DICE IL SIKULO, IMPEDIREBBE A CHIUNQUE DI PèARLARE DI MMT SE NON FOSSE LUI.VI RICORDO CHE PURE TREMONTO CHIESE DI PARTECIPARE A RIMINI E LUI NON VOLLE.LA COERENZA NON TIENE CONTO DI QUESTO VERO SIKULO. PUO’ INVITARE LA NDRANGHETA INTERA TANTO IL MESSAGGIO SARA SEMPLICEMENTE DIFFUSO.SU SCOPELLITI DICE COSE GIUSTE.PERCHE’ NON SAPETE COSA E’ LA NDRANHETA SPECIE A REGGIO CALABRIA ,NON SI MUOVE FOGLIA CHE ESSA NON VOGLIA.SIATE UN PO CORENTI VOI INVECE DI CRITICARE

contrario (21)
Shirin Chehayed Allora l’idea del Summit in Calabria nacque ad aprile. Dopo che Toscano venne al Summit di Rimini cercò di mobilitarsi nella propria regione per coinvolgere le istituzioni e scrisse sia a noi che a PB per coordinarsi e informarci (come d’altra parte hanno fatto molti attivisti). Il summit in Calabria non è organizzato dal GOD (spero che questo sia chiaro a tutti). So che c’è il patrocinio del comune di Cosenza, della Provincia di Reggio e della Regione Calabria.

contrario (11)
Silvia Mola ma allora perchè il probelma deontologico non se lo è posto con Mosler? membro del group of thirty che tanto detesta e condanna? sclerosi multipla in stato avanzato non ho altro da dire….

contrario(10)
Simone Previti beh mi sembra faccia tanto casino per nulla, Mosler stesso si è arricchito (e tanto) sfruttando quella finanza malata che è causa di tanti problemi, eppure lui è un giglio, non ho mica capito.

favorevole(5)
Stefania Portici Io adesso non conosco le questioni a fondo, ma Barnard ha una sua morale che lo distingue dal mondo che stiamo vivendo.E’ proprio per questo che viene amato da chi lo ama! Se ha deciso cosi’ ci sono motivazioni che per lui sono importanti.

favorevole (10)
Stefano Bartolozzi sono favorevole alla decisione di Barnard

contrario (5)
Stefano Scardovi Quindi, Kelton e soci, prima erano studiosi fenomenali che ci avrebbero potuti aiutare, adesso sono dei reietti… Vabbè, Barnard è fatto così, mi dispiace molto che distrugga con questa faclità.

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Una risposta a “NON ERAVAMO PIIGS, TORNEREMO ITALIA” SI FA! (CON CHIARIMENTI ESSENZIALI) [di Paolo Barnard]

  1. Francesco CH ha detto:

    Visto che non ho facebook, posso scrivere qui?

    FAVOREVOLE – la mia opinione l’ho già espressa sul blog di Sergio Di Cori Modigliani, nei commenti all’articolo scritto da Modigliani e intitolato:

    Paolo Barnard e la grande lezione che viene dalla Calabria. Per tutti noi.

    (non posso qui mettere il link perché non me lo prende)

    Nessuno mette in dubbio la capacità accademica di Galbraith, Kelton, Auerback, Black, ma loro non si sono resi conto di essere finiti direttamente nella tana del lupo. Barnard sì, se ne era fortunatamente reso conto in tempo, lo aveva detto a loro, li aveva avvertiti, loro se ne sono fregati. Le conseguenze erano a quel punto inevitabili. Bravo Barrnard.

    Barnard ha appena salvato la MMT in Italia. Senza questo suo gesto, la credibilità della MMT qui in Italia sarebbe finita a ZERO. E senza credibilità è la fine.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...