Chi sta distruggendo la Syria? .. spero non si pensi che si sta auto-distruggendo da sola ..

Un invito a non cavalcare solo la ipotesi che la popolazione civile sia -in Syria- dotata di armi e di esplosivi, ma che in Syria vi sia chi sostiene sia una parte che la parte avversa.

La domanda vera è PERCHE’?

Perché la necessità di _radere_al suolo_ un territorio che cullava una delle più antiche civiltà della storia?

  • Una tesi è la “esportazione della democrazia”
  • La tesi opposta è che un dittatore tenesse in una tale schiavitù il suo popolo .. tanto che il popolo si sia armato .. e abbia ridotto il proprio paese come nella foto qui di seguito del 3 ottobre 2012:
Men walk on a road amid wreckage, after blasts ripped through Aleppo's main Saadallah al-Jabari Square October 3, 2012.

Men walk on a road amid wreckage, after blasts ripped through Aleppo’s main Saadallah al-Jabari Square October 3, 2012.

fonte (tradotta http://www.bing.com/translator/):
http://gulfnews.com/in-focus/syria/death-of-hezbollah-fighter-fuels-syria-rumours-1.1084509

Beirut: Voci che l’organizzazione libanese Hezbollah sta inviando i suoi membri attraverso il confine per aiutare il regime di Bashar Al Assad erano alimentate da rapporti martedì che uno dei suoi combattenti che fu ucciso in esecuzione di “doveri” jihadista era morto in Siria.

Al Intiqad, un sito web affiliato a Hezbollah, ha riferito che la morte di Ali Hussain Nassif senza specificare dove o come fu ucciso ma agenzie citate fonti locali come dicendo che lui era stato ucciso in Siria, dove i ribelli principalmente sunniti stanno combattendo le forze della minoranza alawita governo.

Una coalizione di oppositori politici di Hezbollah in Libano ha detto sul loro sito Web che Nassif e altri combattenti del gruppo morirono domenica nella città ribelle di Qusair in Siria. Al Manar, canale di televisione di Hezbollah, ha mostrato il funerale di almeno un altro uomo dice che sono stati uccisi durante l’esecuzione di “dovere jihadista” il martedì.

Gli avversari Al Assad hanno mantenuto per qualche tempo che Hezbollah ha inviato combattenti in Siria per assisterlo, ma il gruppo ha negato le affermazioni.

Hilal Khashan, un professore di scienza politica dell’Università americana di Beirut, ha detto che il governo siriano era diventato più bisogno le forze dei suoi alleati come la rivolta di 18 mesi ha indossato.

“[Al] Assad non può contare su sunniti — sunniti hanno disertato o sono bloccati nelle loro caserme militari e gli alawiti rappresentano solo il 10 per cento della popolazione,” ha detto Khashan. “Così quando hai una fiorente rivolta hai bisogno combattenti.”

Il mese scorso, il capo delle guardie della rivoluzione in Iran, che è anche strettamente legata a Hezbollah e a Damasco, ha detto che aveva “consiglieri” in Siria.

Il gruppo Sunnito palestinese Hamas è un altro membro del cosiddetto “asse di resistenza”, un’alleanza anti-Israele che coinvolge Hamas, Siria, Iran e Hezbollah. Dall’inizio dell’insurrezione, tuttavia, Hamas ha cercato di distanziarsi dal regime e la sua leadership ha lasciato Damasco.

Siria ha criticato Khalid Mesha’al, il leader di Hamas lunedì sera, accusandolo di ingratitudine. “Siria abbracciato Mesha’al come un orfano cerca di rifugio dopo che altri paesi chiuse la porta in faccia”, ha detto un commento trasmesso dalla televisione siriana.

Nel frattempo, US (United States of America) agenzie di stampa (news organitations) hanno lanciato un appello per la liberazione di un giornalista freelance statunitense che è scomparso in Siria da metà agosto, dopo un video emerse apparentemente mostrando lui bendato e con abiti strappati.

Il video mostra Austin Tice, di 31 anni, essere scortato da uomini armati, scandendo slogan islamico. È stato pubblicato su una pagina Facebook filogovernativa con una didascalia dicendo che Tice era detenuto da “Bande di Al Qaida”, non l’esercito siriano.

Lo stile dei video prodotto da alcuni gruppi estremisti dietro le linee ribelli in Siria, tuttavia non corrisponde nella sua realizzazione tipica.

Il governo ceco ha detto che ha informazioni che Tice è detenuto dal governo siriano e Victora Nuland, portavoce del dipartimento stato U.S., suggerito il Lunedi che il video può stato organizzato.

“Ci sono un sacco di ragioni per cui il governo siriano neghi responsabilità ma continuiamo a credere che, al meglio delle nostre conoscenze, pensiamo che il giornalista è in custodia il governo siriano,” ha detto Nuland.

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...