Giuda l’unico apostolo in grado di comprendere Gesù di Nazareth? [studio della teodicea][il lato ombra della massmedialità: desiderare l’odio?]


  • Qualche giorno fa ho guardato uno documentario di National Geographic sul Vangelo di Giuda, nel quale Giuda è visto come l’unico apostolo in grado di comprendere la vera missione di Gesù, e che quindi tradisce eroicamente Gesù per far si che venga crocifisso, e che poi risorga etc etc:
    E mi è tornata in mente una frase del parroco che mi faceva catechismo (ebbene si ci andavo anch’io) che disse: “Magari potessi morire martire”.
    Il morire martire significa che ci deve essere qualcuno cattivo che ti uccide per colpa della religione. Non la trovate anche voi una malata perversione nel desiderare il male (che non c’è) da parte di qualcuno nel tuoi confronti per guadagnarti un posto in paradiso.
    Desiderare il male, l’odio degli altri pur di avere la salvezza, la propria.
    Insomma non basta l’amore, la pace, la misericordia, per compiere la propria salvezza ci vuole un bastardo che ti morire nel nome di DiO.
    Quest’odio desiderato nascosto dietro i sacramenti potrebbe essere la base di tutti episodi di odio del passato e del presente che tanto hanno influenzato la storia negli ultimi secoli?
    Per chi non lo sapesse, io nemmeno sono credente.

    Mi piace ·  · 9 ore fa nei pressi di Londra ·

    • 11 persone piace questo elemento.
      • Mirko Celii in effetti l’ultima riga è superflua

        9 ore fa · Mi piace
      • Gladio Joel Giannitelli Ti consiglio “Jesus Christ Superstar”, se ancora non l’hai visto.

        8 ore fa · Mi piace ·  2
      • Mirko Celii ahahaha ok🙂

        8 ore fa · Mi piace
      • Patrizia Sammartino Da quando mio figlio e’ moro a gennaio, se prima avevo dubbi adesso sono ceta che se c’e’ qualcuno lassu’ non e’ di certo quello che hanno inculcato dalla nascita

        8 ore fa · Mi piace
      • Massimo ‘Max’ Dotto ti fornisco una altra chiave di lettura… potrebbe essere stato come dire: “vorrei un giorno poter essere così coraggioso nella mia fede in Dio tanto da arrivare a morire per essa”. se ti concentri sul soggetto è una interpretazione plausibile. l’associarlo al volere che altri ti facciano del male è un tantino pretenzioso. mi pare.
        Per chi non lo sapesse, io sono credente.

        4 ore fa · Mi piace ·  1
      • Massimo ‘Max’ Dotto in effetti l’ultima riga è superflua😉

        4 ore fa · Mi piace ·  1
      • Mirko Celii Max, un conto è morire per la fede, tipo Marcellino Pane e Vino, un conto e dediderare di far ammazzare per la fede🙂

        48 minuti fa · Mi piace
      • Lino Cibernetico Tufano Signori, pochissimi riescono a scendere in profondità come ha fatto ora Mirko Celii ..

        Questo è perché noi -abitualmente- viviamo con la percezione solo animale: fame, sete, sonno, etc.

        Qualcuno, raramente, si ferma a riflettere del senso della vita e se anche la attrazione sessuale sia la stessa cosa verso una persona conosciuta senza conoscere i suoi pensieri, i suoi sentimenti, un guscio senza un’anima.

        Questa esperienza nella materia io potrei dimostrarvi che è solo uno dei mondi che esploreremo, poiché oltre la materia vi è altro di cui la stessa materia è fatta.

        Vi siete mai chiestio perché se spezziamo la materia non troviamo mai una particella ultima, un mattone su cui costruire tutto?

        E’ perché l’atomo pensato dagli atomisti greci non esiste.

        Come guardando il cosmos vedete galassie e poi sistemi attorno ad una stella e la maggior parte è spazio,

        così

        scendendo nella materia trovate un protone al centro e elettroni che ruotano intorno e la maggior parte è spazio ..

        Se poteste vedere ancora di più nell’infinitamente piccolo vedreste che ogni particella si può ulterioremente fratturare e la maggio parte è spazio.

        Noi crediamo di potere vedere fuori e dentro di noi cose solide, ma sono solo percezioni di cui non vi sono corpuscoli a rendere solidi i corpi.

        Nella moderna teoria delle stringhe la materia non esiste ma vi sono campi che non hanno bisogno di comunicarsi info, poiché ogni cosa forma un unicum di cui noi accediamo -tramite lo stato coscienziale- solo ad una piccola parte, minoritaria.

        Quando abbiamo insegnato al nostro cuore a battere? o al nostro stomaco a digerire o al nostro sangue a dare nutrimento al nostro corpo?

        Pensiamo di essere -come umani- il max grado di complessità e quindi di intelligenza.

        Eppure non sappiamo come il nostro organismo -almeno- faccia quello che fa nella vista, nel riconoscere gli odori, i sapori, avere sensazioni fisiche di ciò che è caldo o è freddo.

        Dovremmo partire dall’accorgerci della nostra ignoranza.

        Solo partendo dal fatto che la maggior parte dei fenomini li ignoriamo possiamo riappropriarci di ciò che è naturale nei bambini: chiederci il perché della cose.

        Sul punto sollevato da Mirko, ossia la figura dell’apostolo Giuda della città di Keriot, da cui era detto l’Iscariota, una nota breve:

        Cristo di Nazareth diceva di Giuda di Keriot (a quel tempo non si usava il cognome, ma la città di provenienza come id di riconoscimento):

        “Voi credete -agli apostoli- di avere avuto un solo maestro .. il vostro maestro Gesù di Nazareth .. eppure io vi dico che avete avuto due maestri .. 1) chi vi insegnava le strade che vi aprono alla vita e 2) chi vi insegnava i percorsi che aprono alla morte .. chi vi insegnava ciò che è bene e chi vi insegnava ciò che è male ..”

        Simone detto Cefa gli diceva: “Ma allora Gesù .. perché non levi il male dal mondo .. di modo che nessuno sia tentato dal fare il male?”

        Gesù: “perché siete a immagine e somiglianza di YHWH e quindi siete liberi di potere scegliere”.

        “Né vi potrebbe essere -> che sarete giudicati, se non foste liberi(!), perché potreste difendervi dicendo che eravate obbligati e senza una scelta”.

        “Noi siamo come Dei” .. ma non conosciamo la nostra parte divina .. il divino che è in noi non va dimostrato o creduto per fede .. ma solo sperimentato .. fatti non fummo per viver come bruti .. o come Giuda di Keriot che si uccise impiccandosi perché odiava Dio .. e accolse il male fino a farne natura della propria natura, completando una sfida di continuare la contesa nell’aldilà mentre Cristo -inchidandogli le mani e i piedi- pendeva crocifisso da una croce perché si impedì a Cristo che voleva vivere di guarire ..

        e

        l’Iscariota pendeva da una corda perché voleva portare la morte anche a se stesso oltre che la morte agli altri come fece finché fu vivo.

        Si illluse –chi sceglie l’odio (o-dio, lo spazio complementare a Dio)–

        che padroneggiando l’odio si potesse essere più potenti di Dio (poiché si pratica sia il bene che il male e quindi apparentemente con più libertà) ..

        Ma nel cercare la natura della nostra natura, quindi la nostra co-essenza, cercando l’E-ssenza, l’E senza altro che l’E, noi diamo un volto a Dio che non sarebbe se non grazie anche al nostro volto.

        Come Dio ci fece a Sua immagine, noi “permettiamo Dio” (anche se Dio non ci fosse) scegliendo la luce anziché il buio.

        l’odio non è, l’amore è

        l’odio è come il fango che si poggia su un corpo nudo che cammina.

        Finché quel corpo è .. anche il fango è .. come parassita di quel corpo, quel fango cammina perché quel corpo cammina ..

        Se tutto quel corpo fosse coperto completamente di fango quel corpo morirerebbe e il fango tornerebbe alla polvere che era -> fino a disperdersi nel nulla ..

        “Il male è un ente potenziale non essente” (se è male assoluto), ecco perché l’essere, il tutto, non è depotenziato dal male, poiché il male -non essendo- non aggiunge e non toglie nulla al’essere. Poiché il male assoluto non è, mentre il bene assoluto è.

        La teodicea che è la parte della filosofia che tratta di questi temi, infine, mostra che il male che noi ossorviamo è relativo e non si manifesta mai se è assoluto.

        Il male è un servo stupido di Dio, ossia di “tutto ciò che è”, poiché consente la scelta. Grazie della tua ricerca Mirko ..

        http://bit.ly/64oxQv

        books.google.it

        Quasi tutti conoscono gli ologrammi, immagini tridimensionali proiettate nello s…Visualizza altro
        pochi secondi fa · Mi piace · 
Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...