la mente mente? .. il dialogo un chiacchiericcio inutile?

da facebook:
http://www.facebook.com/groups/CDDComitatodiCoordinamentoDifendiamolaDemocrazia/414156278614594/?comment_id=416890565007832&notif_t=group_activity

Tony Belmonte

Lino Cibernetico Tufano questa esposizione mi piace molto di più rispetto alla prima, per due motivi, molto più direttiva molto meno ideologica partitologica, ma dovrebbero ragionare tutti nella tua dimensione di parte Lino per evitare chealtri non si radicano e si ombrino nella partitocrazia e nell’antagonismo sociale, cosa molto difficile perché molti di meno vedono questo fenomeno come te, per questo sarà sempre un circolo vizioso alla fine. Ma allora se dopo questo tuo ragionamento mi hai esposto una cosa così importante cogliendo sensi importanti a questo punto perché invece di partito o movimento (termini sempre troppo inefficaci e faziosi alla fine) non provi a vedere e chiamare tutto questo con la parola Fronte, Fronte Unito? Termine molto più vasto e soprattutto non politico invece di partito o di termini affini vari? Altrimenti è un continuo paradosso, un ritornare sempre agli stessi concetti assurdi ed antagonistici che hanno rovinato l’uomo moderno con la scusa di radicarlo e sfruttarlo in massa su falso fervore ideologico che ha nome di politica. Ecco perché per me la politica dopo la finanza sono la causa di rovina del mondo, di questo Paese in particolare e di tutti gli altri, il bene non si fa in merito a quanta politica e quanta finanza dispone quel potere, non più e non sarebbe mai dovuto essere così se invece una Elite mondiale non avesse deciso così, si fa per il bene dell’uomo e basta perché così deve essere fatto e così è giusto, la natura non si divide in tante nature separate, è una e basta ed è efficace perché agisce come un tutto e si adopera per il tutto, come l’umanità è una e basta e dovrebbero fare altrettanto ma per il momento pensiamo a salvare questo Paese visto che se già 30 milioni di abitanti, la metà di questo Paese capisse questo che concezioni diverse che si avrebbero del bene e della vita. Ah…un’altra cosa Lino su cui devo contraddirti e che purtroppo spero tu possa capirlo un giorno se non ora, come ti ho già risposto non è il semplice uso che se ne fa della politica a fare la politica, poiché la politica per come la conosciamo noi nasce come forma già viziosa di strumentalizzazione di massa, plasmata e resa più appetibile per farla sentire più vicina alla folla, alla massa ma non di meno spregiudicata e dissanguatrice dalla stessa finanza di cui è madre e padrona e di cui i politici in questo teatro sono i fili che reggono le marionette, inutile dire chi sono i burattini, per cui Lino la politica non va salvata va “semplicemente” sradicata perché contro sociale e negativa già dalla nascita.
28 minuti fa · Mi piace

  • Lino Cibernetico Tufano ‎Tony Belmonte il mio obiettivo non è vincere singolarmente .. quello lo curo a livello personale .. nel livello pubblico può essere benissimo che le 300 persone che hanno aderito alla mia pagina viola o le circa 300 anche fino a 1000 che visitano il mio blog -> siano un fenomeno INSIGNIFICANTE.

    L’utopia di trovare -come nella teoria del caos- un “attrattore” che tenda a mettere ordine è appunto utopia.

    E’ utopia quando si concentra sul particolare, sulla singola chiave che dovrebbe aprire tutti i cassetti della autocoscienza e della nuova forma di convinvenza.

    Viceversa io penso che ce la faremo, se ce la faremo, SOLO tutti insieme, in cui magari i miei voli pindarici saranno pochi a seguirli ma non è quello l’importante.

    L’importante -secondo me- è costruire il “mare pensante” la modalità in cui ognuno riesca dire la sua e però non in modo scoordinato mentre ognuno parla con qualcun altro.

    Il pensiero dell’altro ci deve interessare, essere nel nostro inter esse, anche se fosse un discorso di un pazzo.

    Perché c’è sempre logica anche nella follia, ma la nostra mente -> mente per proteggerci dalla paura che inseguendo un pazzo possiamo impazzire.

    Però se amiamo la verità nulla ci può ferire e nulla diviene impossibile, se però segue le strade della cibernao (il ciber è il pilota e nao è la nave in greco), l’arte di guidare la nave per eccellenza -> la mente, che quindi non ha più necessità di mentire, ma anticipa il futuro quando ancora non lo abbiamo vissuto!

    Dobbiamo insomma scrollarci la paura che pensare e ideare sia inutile.

    Il senso di angoscia di essere dentro una crisi che non è nostra come singoli, ma come genere umano, allora è solo un tornante della storia in cui non ci siamo andati ad intanare per il senso di oppressione di non sapere come confrontarci contro “i poteri forti” ..

    Nella logica del servo padrone è solo il servo che è il responsabile di costruirsi il mostro che lo schiaccia.

    Se capisse che il padrone è tale perché egli accetta di essere servo, allora, il padrone non sarebbe più tale, ma solo qualcuno che dovrebbe cercarsi a cosa serve.

    Quindi ringrazio Isabella Consoli del link:
    http://riformamentis.blogspot.it/2012/05/labuso-globale.html?spref=fb

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...