Vi consegno le chiavi (per chi vuole divulgare la MMT) [di Paolo Barnard]

MMT?

MMT?

Vi consegno le chiavi (per chi vuole divulgare la MMT)

La Modern Money Theory è il portento di economia redistributiva salva vite e salva nazioni che è, ma ha un problema su cui io, ma anche altri MMtisti, mi sono rotto la zucca per mesi. E’ totalmente contro-buon senso. Mi spiego: MMT dice che il deficit e il debito dello Stato sono la ricchezza dei cittadini. Come dire: fumare ti fa bene. Sì, perché il pubblico anche meno ferrato di economia ha sempre saputo fin dall’adolescenza che debito e deficit = guai seri. Le parole stesse hanno un gran brutto suono, ovunque, l’abbiamo conficcato in testa. La MMT dice che le tasse non servono certo a finanziare lo Stato. Come dire: lo Stato campa d’aria, credimi. Chiunque risponderebbe “E dove finiscono tutti quei soldi scusa? Se li perdono per strada?”. La MMT dice che il denaro dei cittadini e delle banche non ha valore, è solo un codice che permette l’accesso ai beni e servizi, e una volta fatto ciò, si autodistrugge. Come dire: “Anche questo bastone non esiste. Mò te lo sbatto in testa ma fa nulla, tanto non c’è”. Ti guardano e pensano che hai sbagliato pusher.

Questo è un vero problema quando si tenta di spiegare la MMT al pubblico. Ha avuto un bel da dire la bravissima Prof.ssa Kelton al summit di Rimini quando ha chiosato “Noi vi chiediamo di spingere un interruttore e di vedere le cose in modo differente”. Altro che click, qui si chiede alla gente di aprirsi la scatola cranica e di girarsi il cervello sotto-sopra. Non per nulla la propaganda degli economisti (criminali) Neoliberisti e Neoclassici ha vita facile nello screditare l’approccio MMT in poche battute. Ci fanno passare per folli che le sparano grosse, ma talmente grosse… sì, come no, il fumo ti fa un gran bene! Certo!… Il deficit? Una pacchia! E quando mai? ecc. ecc. In questo modo 100 anni di scienza economica salva vite e salva nazioni ai livelli fra i più prestigiosi della Storia, quelli che dal Cartalismo sono giunti alla MMT, vengono buffoneggiati ed emarginati.

Ma io sono un genio, e i geni sono fatti per risolvere questi problemi.
Il resto dell’articolo al link seguente:
http://paolobarnard.info/intervento_mostra_go.php?id=347

vediamo ora la discussione su facebook tra chi lo ha letto:
http://www.facebook.com/groups/240604502651606/

paolobarnard.info

La Modern Money Theory è il portento di economia redistributiva salva vite e salva nazioni che è, ma ha un problema su cui io, ma anche altri MMtisti, mi sono rotto la zucca per mesi. E’ totalmente contro-buon senso. Mi spiego: MMT dice che il deficit e il debito dello Stato sono la ricchezza dei ci…
Mi piace · · Condividi · 5 ore fa ·
  • A Francesca Montalto piace questo elemento.
    • Francesca Montalto‎”Ma io sono un genio, e i geni sono fatti per risolvere questi problemi.” E’ vero, io lo so..ma se Barnard lo spiattella così brutalmente sulla carta crea nel lettore un istintivo rifiuto a proseguire la lettura del testo. Ma perché Barnard ama darsi mazzate sui piedi? E’ sicuramente un masochista, non ho altre spiegazioni..

      56 minuti fa · Mi piace
    • Lino Cibernetico Tufano Cara Francesca io invece è il lato che amo di più di Barnard. Solo chi ama molto, molto di più della media delle persone,

      ->LA VERITA'<-

      ..può dire io sono un genio!

      : – )

      .. lo dice non per narcisismo ma perché si guarda intorno e lo deve ammettere..

      Cristo su ciò diceva: “dite sempre la verità!”

      Perché se Barnard è arrivato a ciò che è arrivato proprio per amore alla verità dovrebbe mentire?

      Non è forse arrivata la sua mente a vedere una rivoluzione copernicana proprio perché è l’amore alla verità la key che ti apre la porta dove si può entrare solo per coloro che hanno quella chiave?

      Quindi -per quanto mi riguarda- continui pure Barnard ad usare l’emozione di portarsi appresso le persone in una empatia che è un viaggio del “io ho visto cose che voi umani non potete neanche immaginare ..”

Un ulteriore dettaglio sui temi precedenti richiesto da chi ha dei dubbi sulla possibilità di riuscire a spiegare la MMT:

Mi piace · · Segui post · Condividi · 11 minuti fa

Un’osservazione: non credo che si pretenda che tutte le persone interessate alla MMT diventino esperte di economia. E come richiedere ad un comunista di leggere e comprendere il Capitale di Marx dalla prima all’ultima riga! Il che e’ una follia! Credo che ognuno possa dare il proprio contributo, ma tanti devono fare un atto di fede non si puo’ pretendere che tutti comprendino nei dettagli la macroeconomia proposta dalla MMT. Io sono il primo ad ammetterlo e sarei disonesto se dicessi che ho capito tutto o che ho intenzione di capire tutto, perche’ ritengo che non ha senso capire tutto, che lo faccia chi ha il tempo e le competenze, io comune mortale mi accontento di conoscere i fondamentali. Non credo che chi ha combattuto e lottato per le conquiste sociali avesse studiato molto, era semplicemente animato da una sete di giustizia e rivalsa che motiva molto di piu di mille nozioni di economia. Io vorrei che ci fosse una certa divisione: chi si occupa della lotta politica (nel senso piu’ puro del termine, non nella formazione di un partito) , chi invece dell’approfondimento dei concetti economici. In fondo e’ quello che fa Barnard: usa l’economia ma allo stesso tempo sprona anche a reagire e a non essere pavidi. Senza questi due elementi non si va da nessuna parte e si resta confinati in un cerchia limitata di persone.

Mi piace · · Non seguire più il post · circa un’ora fa

  • A Filippo Angileri e altri 4 piace questo elemento.
    • Lino Cibernetico TufanoMattia Bongiovanniil tuo intervento mi consente di svolgere una questione che -come tu stesso intuisci- è basilare!Lo stesso Barnard nel suo intervento “vi consegno le chiavi (x la MMT)” dice che è in primis un problema di psicologia.

      Ora che forse c’è un problema di capire la differenza se è il sole che gira intorno alla terra o la terra che gira intorno al sole?

      Voi tutti pensate di sapere chi gira -oggi 2012- intorno a chi?

      Voi dovete amare la verità anche oggi per saperlo.

      Perché voi credete di saperlo, eppure io ve lo dico, anche oggi sono molte poche le persone che lo sanno.

      Ve ne do la prova che è in primis un problema psicologico e che non si elimina costruendosi un totem di dire “ora so tutto quello che c’è da sapere”!

      L’amore alla verità non è capace di fermarsi, perché la verità è una chiave dinamica che prende ciò che sapeva fino a ieri e lo sottopone sempre a verifica!

      Ora come fate a dire se sia la terra che gira intorno al sole o il sole che gira intorno alla terra?

      Prendete mani nelle mani una persona e cominciate a fare girotondo.

      Chi è che gira intorno a chi?

      Nella scienza medievale le stelle erano considerate fisse (lo sapevate?)

      Ora se prendiamo il sole come una stella fissa allora sono i pianeti che girano intorno al sole, daccordo?

      Ma se il sole non fosse fisso nella sua posizione e si muovesse?

      Non sarebbe la coppia sole & terra come due persone che si tengono per mano e girano?

      Ora se il sole anziché compiere gli stessi giri della terra vede come un moscone (la terra) che gli gira intorno è senzaltro il sole che si muove di meno.

      Ma non sapete che ANCHE IL SOLE PORTANDOSI APPRESSO LA TERRA e gli altri pianeti compie la sua danza e non è fisso?

      Quindi per dire chi è fermo e chi si muove bisogna dire “rispetto a che”.

      Ed infatti Einstein scopre -nella teoria della relatività (che è solo un passo avanti, ma non esisterà mai una verità completa su una quantità limitata di info)- che ogni cosa va riferita ad un sistema inerziale di riferimento!

      Addirittura i corpi pesano diversamentecambiando il sistema di riferimento, e cosa INAUDITA eppure dimostrabile con le misure, persino il TEMPO scorre diversamente se cambia il sistema di riferimento. Quindi il gemello che va a velocità maggiore nello spazio attorno alla terra invecchierà di meno di quello che è rimasto sulla crosta terrestre. (Sono stati misurati due orologi atomici gemelli ed è stato verificato sperimentalmente e ciò consentirà fra qualche anno anche i viaggi interplanetari senza invecchiare per la esplorazione cosmica).

      Questa breve digressione perché io mi sono interessato di logica della scoperta scientifica e del carattere autocorrettivo della scienza che quindi non è una religione, ma un metodo, il metodo scientifico.

      Ora, applicando il metodo scientifico alla economia cosa si trova?

      Molto di ciò che ci dice la teoria MMT, ma la Mmt non va divinizzata ed ostentata come il nuovo vangelo, ma come una presentazione analoga alla teoria della relatività al posto della teoria di Copernico che è quindi senz’altro più adeguata a darci un ABC per la comprensione del “più grande crimine” perché siamo dentro un crimine contro il genere umano.

      Per comprenderlo servono degli strumenti non esoterici ma oggettivi, scientifici, quindi riscontrabili da tutti non per genialità ma per semplice constatazione.

      Quindi da un lato la MMT deve divenire semplice per coloro che la spiegano come spiegare le quattro operazioni matematiche fondamentali: +,-,*,:

      Dall’altro ci deve essere un dibattito, come avviene sempre nella ricerca scientifica, per superare e migliorare la MMT stessa verso quelli che io teorizzo come gli ecosistemi anche in economia.

      Come Copernico non contraddice Einstein e viceversa, ma sono strumenti man mano di ordine superiore, oggi necessita spostarsi da Keynes a MMT per comprendere il reale.

      Le questioni base sono poche:

      1) è indispensabile una moneta sovrana?

      2) è indispensabile che uno stato sia lo stato Italia, Francia, etc?

      No, negli USA c’è moneta sovrana, ma ci sono garanzie per gli strumenti democratici perché la sovranità spetti al popolo dei vari stati confederati che la esercita tramite i suoi rappresentanti (sulle garanzie democratiche perché ciò sia migliorato ci sarebbe da discutere poiché il congresso USA può impedire la spesa a deficit).

      3) la spesa a deficit produce sempre ricchezza?

      No, va specificata la destinazione ed il quantum della moneta introdotta e quindi è anche da costruire un modello matematico affinché la spesa sia a investimenti produttivi.

      4) la spesa produttiva grazie la stampa di moneta non ha altri rischi?

      Sì, vi sono altri rischi, poiché la espansione illimitata potrebbe saturare il pianeta che -invece- è a risorse limitate.

      Ecco se si capisce bene questo, secondo me, c’è ampio margine per introdurre un minimo di rivoluzione copernicana.

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...