Nel forno nero della Fornero & C .. ci sorridono i Monti? [sulla trappola della BCE/euro senza una banca come “pagatore di ultima istanza”]

la "ricetta Greca" della crescita (morire in culla sul vecchio clonato per nuovo?)

la "ricetta Greca" della crescita (morire in culla sul vecchio clonato per nuovo?)

Il tema è proprio se la Grecia sia un caso singolo o una “ricetta” con cui -a breve ci cucineranno tutti.

Sottopongo -quindi- a chi ci legge una breve riflessione tratta dai gruppi di discussione di
it.politica.internazionale (che sono delle gerarchie di discussione it ) che non sono tanto chat quanto sviluppi statici che permangono a lungo sulla bacheca di server dedicati ai cosidetti newsgroups (ossia gruppi di discussione).

La mia conclusione ve la anticipo (ma è da leggere tutta la ramificzione di articoli che ho sintetizzato nel seguito indicando solo i 3 più importanti a mio avviso):

«Vi sono statistiche che se tutti consumassero come gli USA servirebbero già oggi -> 7 pianeta terra».

Il sospetto è quindi che la “ricetta” sia di farci tutti cotti nel forno nero della Fornero & C.

Da ciò necessita una forma di rappresentanza sia diretta e sia come portavoce della base in modi democratici che riprenda cognizione della *difesa dei beni comuni*, altrimenti non avremo più -molto probabilmente- un’altra occasione..

From: splenetico@splenetico.net (Splenetico)
Newsgroups: it.politica.internazionale
Subject: Ricetta greca (aggiornamento)
Date: Fri, 10 Feb 2012 19:41:41 +0100

cit:
“Splenetico”  ha scritto nel messaggio

Com’era ovvio da sempre anche il governo “tennico” imposto dai krukki
non ha potuto impedire alla realtà di essere reale: il debito greco non
può essere pagato dai Greci, period. Prima se ne prende atto meglio sarà
per tutti.

http://www.corriere.it/economia/12_febbraio_10/merkel-grecia-barroso-ue_4819f294-53d6-11e1-a1a9-e74b7d5bd021.shtml

*******************************

From: “imE” <usta.oogway@gmail.com>
Newsgroups: it.politica.internazionale
References: <1kf9kxn.pl0ufhds8oxeN%splenetico@splenetico.net>
In-Reply-To: <1kf9kxn.pl0ufhds8oxeN%splenetico@splenetico.net>
Subject: Re: Ricetta greca (aggiornamento)
Date: Sat, 11 Feb 2012 12:01:08 +0100

cit:

“ImE” ha scritto nel messaggio

Non credo che siano molti a metterlo in dubbio. Si sa però che il problema
della Grecia non è il debito ma il *sistema* quindi prima o poi quelle
riforme che stanno facendo ora dovranno farla comunque e la gente dovrà
trovare un altro modo per sostenersi.

Ora, se vogliamo mettere il naso un poco più in là del mero fatto di
cronaca, possiamo cercare di immaginare cosa potrebbe succedere *dopodomani*
se si dovesse far sparire *oggi* il debito con il classico colpo di mano
magica?

In particolare mi sovvengono due domande:
1. Quanto tempo impiegherebbe il sistema greco basato sulla spesa pubblica
improduttiva e senza riforme drastiche a generare nuovamente un debito
insostenibile?
2. Quale organismo economico/finanziario, dopo un colpo di mano di queste
proporzioni, in assenza delle garanzie europee e con la prospettiva di
svalutazioni periodiche, sarebbe disposto a finanziare il sistema greco a
lungo ma anche solo medio termine?

La mie risposte sono le seguenti:
1. Quattro nel peggiore, Sette anni nel migliore dei casi. Al lordo di altre
svalutazioni.
2. Le banche, le quali girerebbero gli effetti delle svalutazioni
(nascondendole nei prodotti tossici) sui risparmiatori

Riepilogando:
– la gente scende in piazza come reazione ad un cambiamento
– il cambiamento è indispensabile per rendere il sistema sostenibile
– i movimenti di piazza sono il risultato del sistema attuale e non del
debito

Conclusioni:
– Il cambiamento è inevitabile
– I movimenti di piazza sono inevitabili

P.S: Lo so che Krugman non sarebbe d’accordo e che proporrebbe una maggiore
spesa pubblica. La domanda, trattandosi di Grecia, è: in che cosa?
Sottomarini?


IMe

*******************************

From: L <cibernetics_2002@yahoo.it>
Newsgroups: it.politica.internazionale
Subject: Re: Ricetta greca (aggiornamento)
Date: Sat, 11 Feb 2012 12:43:15 +0100

Si stanno trascurando in questa analisi alcuni fatti non trascurabili:

1) La Grecia non è il solo paese in crisi e si dovrebbe spiegare perché tutti i paesi occidentali sono in crisi.

2) Qualunque soggetto debba avere dei soldi da un altro -> se lo strozza non avrà nulla.

Sul punto “1” bisogna capire “perché l’euro è una trappola studiata perché sia una trappola”.

La risposta è semplice: perché faccia ciò che stiamo osservando: il crollo delle nazioni europee che vendano i beni pubblici e si crei un nuovo governo mondiale che non sia su basi di consenso democratico, ma emergenziale. (il mezzo tecnico per farlo è non configurare la BCE come “pagatore di ultima istanza” e sottomettere la FED alla autorizzazione del congresso USA dove l’aquila ha due ali destre:

Si veda il video seguente (sul concetto di aquila con due ali destre):
http://www.youtube.com/watch?v=pBz4vbZO0Wo

La “2” sopra allora si spiega: non si vuole che gli strozzati si salvino ma che muoiano in guerre civili e guerre tra stati, poiché si ritiene un metodo di controllo demografico.

Vi sono statistiche che se tutti consumassero come gli usa servirebbero già oggi -> 7 pianeta terra.

Sulla *difesa dei beni comuni* segnaliamo il video seguente, in particolare poiché Giulietto Chiesa non si propone di cambiare il mondo da solo, ma poiché propone -comeanche noi di “partito viola”, e molti altri movimenti di base come indignados, occupy, etc- *l’unione di tutti i movimenti di base* dove la forma di rappresentanza non sia una casta che decide dall’alto, ma a decidere sia la base, con voto democratico:

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...