Paolo Barnard al CUB di Genova [modern monetary theory] conferenza 26 nov 2011

gallina dalle uva d'oro?

gallina dalle uva d'oro?

Paolo Barnard al CUB di Genova – 1° Parte

Commento:

E’ senzaltro vero che il “fiat money” (che mima il “fiat lux” della genesi) il creare denaro (stampandolo) crea potenzialmente ricchezza, notare il “potenzialmente”.

Però immaginate di stare ad un tavolo da poker. Giocano 4 giocatori. 3 giocatori mettono 100 euro di beni in natura per avere le loro fiches, ma il 4° scrive solo un pezzo di carta in cui promette di pagare a fine partita e poi però non paga.

Di quanto si sono svalutate le fiches in gioco?

del 25%

Quindi la stampa di denaro ex novo svaluta la moneta già in circolazione.

La gallina dalle uova d’oro non è esattamente come Barnard la descrive.

Cosa manca?

Manca il fatto che:

1) il denaro all’atto della sua creazione svaluta la moneta circolante.

2) la _destinazione_ del denaro emesso ex novo potrebbe (è da verificare nel dettaglio) creare ricchezza a secondo della destinazione.

La condizione “2” non è banale vediamo un paio di esempi:

i) si crea ricchezza:

il denaro ex novo viene speso per costruire un ospedale che non crea spesa per i cittadini in quanto è nell’assistenza sanitaria a carico dello stato. Allora i cittadini che ne usufruiscono non spendono denaro per curarsi. Il valore a quel denaro è dato dal valore dell’ospedale e dal suo uso.

ii) si crea ricchezza:

il denaro ex novo viene speso per pagare gli impiegati che lavorano per lo stato, la collettività, ad esempio per realizzare delle strade. Allora i cittadini che ne usufruiscono non spendono denaro per avere delle strade. Il valore a quel denaro è dato dal valore della strada e dal suo uso.

*) NON si crea ricchezza:

la stampa del denaro ex novo è rubata da chi lo sottrae alla collettività perché lo usa per fini privati, grazie al furto delle somme stampate.

**) NON crea ricchezza:

la stampa del denaro ex  novo è usato per costruire oggetti che creano distruzione e disastri per la collettività come ordigni lanciati in un guerra.

Ultima obiezione: una stampa comunque ampia di denaro porta a zero il valore della moneta circolante a causa della svalutazione insufflata nel sistema prima che la produzione di denaro sia utilizzata per la collettività.

E qui viene la questione più importante “il fiat money” deve configurarsi come prima approssimazione come una tassa aggiuntiva programmata come quantum (ad esempio il 5% della moneta già circolante) e come arco di tempo (ad esempio 5 anni del mandato elettorale).

Se infatti la tassazione ordinaria fosse del 40% e con la stampa di denaro realizzassimo una tassa aggiuntiva di un altro 5% avremmo una tassazione totale del 45%.

Infine il 5% che come prima approssimazione sarebbe una svalutazione se non sapessimo spendere bene e a favore della collettività il denaro ex novo, nel caso che l’ex novo sia speso in modo oculato può trasformasi in “gallina dalle uva d’oro”!

E’ mai successo nella storia?

E successo più volte e do un link per una ricostruzione storica del metodo storico detto usualmente greenbacks di Lincoln:

https://partitoviola.wordpress.com/greenbacks/

Paolo Barnard al CUB di Genova – 2° Parte

Paolo Barnard al CUB di Genova – 3° Parte

Paolo Barnard al CUB di Genova – 4° Parte

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

2 risposte a Paolo Barnard al CUB di Genova [modern monetary theory] conferenza 26 nov 2011

  1. gabriela ha detto:

    Volevo guadare, ma non si puo :(… Motivo, “video privato” !? perche??

    • Lino ha detto:

      Gabriela, grazie della segnalazione. E’ accaduto perché l’autore ha messo i video in modo “privato” .. niente paura! .. sono riuscito a trovare su youtube un’altra conferenza in cui Barnard dice le stesse cose non al CUB di Savona, ma a Genova. (sostituisco i video fra pochi minuti). In più aggiungerò un commento ragionato di ciò che ho trovato in parte da correggere. Grazie anche dei Vs commenti, Ciao!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...