Bersani/Casini/Berlusconi una alleanza INFAME .. che porta alla fame dei poveri per finanziare i ricchi! .. WE ARE THE 99%!

DA FACEBOOK:
http://www.facebook.com/PopoloViolaMilano/posts/10150658016973438?notif_t=feed_comment_reply

  • In parecchi post appare ospite un cosidetto Partito viola. Tutti i contributi animati da spirito costruttivo sono comunque graditi, compresi quelli del prolifico Tufano, ma è necessario ricordare che il coordinamento viola che si appoggiava a questa pagina si è sciolto. Ricordiamo inoltre che le posizioni sempre mantenute da parte del coordinamento sulla questione “apartitico” sono state sempre chiaramente definite nei documenti e rispettate nei fatti. La questione è molto semplice. Il viola non è mai voluto essere un partito ne mai ha voluto appoggiare alcun partito in particolare e per questo ha potuto praticare con i partiti antiberlusconisti una libera ed indipendente alleanza. Espressioni come “partito viola” quindi non ci appartengono ne tantomeno ci appartengono le tendenze di tanti talebani viola che hanno sempre osteggiato ogni collaborazione con i partiti, fin prima del NBD, creando un clima di sospetto e guerra interna, trasformando nei fatti l’apartitico in antipolitico.
  • Mi piace · · Condividi · Ieri alle ore 5.19·

    • A 2 persone piace questo elemento.
      • Lino Cibernetico Tufanoquindi cosa proponete la non rappresentanza politica?

        13 ore fa · Mi piace
      • Lino Cibernetico Tufano

        La storia si sta muovendo annullando il concetto di sindacato, associazione, movimento, partito, organizzazione, ente, o un etichetta qualsiasi perché la differenza la faranno i fatti. “partito viola” è una pagina di facebook e sono 150 persone (che sono iscritte senza vincoli ne con tessera) che non demonizzano la parola partito eppure non sono descritte da quella e da nessuna scatola ed etichetta ma usano gli strumenti disponibili. Alla stessa maniera che con un coltello si può affettare il pane oppure compiere un reato. Se andate al link seguente potrete -se volete- dare il vostro contributo comunque vi chiamate, e si deve trovare coerenza tra pensiero->parola->atto. https://partitoviola.wordpress.com/2011/12/28/we-are-the-99-manifesto-da-costruire-lavori-in-corso/ Infatti stiamo studiando di estendere a *tutte le forze democratiche* l’azione antagonista al governo Monti. Raccogliendo così l’appello di Giulietto Chiesa nel video segue (a cui avevano partecipato rappresentanti del popolo viola già dalla prima assemblea nazionale): http://www.youtube.com/watch?v=x3H8n3GpHOk
        13 ore fa · Mi piace ·
      • Milano Il Popolo Viola

        Come ben descritto negli ultimi documenti\note, gli ex coordinatori si sono posizionati nei partiti o organizzazioni di provenienza o affinità di prima del NBD. Proprio perchè in quanto movimento viola non era più in grado di influire sulla politica e non ci va di giocare alle inutili proposte al vento. La pagina rimane come luogo di confronto e nei patiti portiamo la nostra esperienza. Il gruppo più compatto si è organizzato con il nome di “Cunegonda” nella base del PD e presto vi informerà sulle iniziative. Sarebbe molto interessante capire il senso della parola “Antagonista” da molti usata; antagonista A Monti o al sistema? In che senso “forze democratiche”? Democratiche rispetto a quale quadro? Interessante la vostra precisazione, nella “storia che annulla tutti i significati (non vi sembra di esagerare?) : “partitoviola è solo una pagina facebook”, cioè nulla di concreto!?!
        30 minuti fa · Mi piace
      • Lino Cibernetico Tufano

        Grazie del dialogo: -mi riferisco a cose pratiche in modo tale che ci sia il “rischio” che ci si possa capire- .. per spiegare come vedo io la situazione attuale faccio l’esempio della fase dei referendum sul nucleare e <l’acqua come bene pubblico>. La posizione della base del PD in particolare non era per la vittoria referendaria che abbiamo ottenuto? sì, ed infatti i referendum sono stati vinti. Qual’era la posizione di Bersani? La leardship del PD era a favore del nucleare e a favore della privatizzazione dei servizi. Eppure ha dovuto smentire le proprie posizioni per salire sul carro del vincitore salvo poi scendere per la politica -de facto- nelle relative amministrazioni comunali. In particolare ti cito il caso della mia città -Ciampino- in cui una giunta di sinistra con maggioranza del 60% ha dato possibilità ad ACEA ATO2 di aumentare il costo dell’acqua da 0,5 euro/mc a 4 euro/mc ossia nel superamento del limite si paga una cifra moltiplicata per 8 volte. Ecco perché dico che la politica di facciata è per i gonzi. Le etichette non dicono più nulla con un governo appoggiato da Bersani/Casini/Berlusconi! I leaders anche attualmente nelle istituzioni devono sentire una *forte pressione popolare* che dica che i diritti di cittadinanza NON sono contrattabili. Che ciò che hanno fatto alle pensioni creando poi pure recessione e quindi un processo di svendita dei beni pubblici come soluzione è una INFAMIA. Esistono soluzioni alternative? Certo che esistono! .. e non passano per le episodiche finte patrimoniali. Ma per una riforma del metodo di emissione della moneta e del sistema fiscale in cui -con la completa e vera tracciabilità delle transazioni nazionali ed internazionali- deve essere lo stato, ogni stato del mondo, a dirti quanto gli risulta che devi pagare di tasse con evasione fiscale -quinidi- ZERO. Io sono un ingegnere specializzato in teoria dei controlli (settore automatica: gestione e arbitraggio di computers e strategie di sisntesi di sistemi affidabili e tolleranti il guasto) e quindi so di che parlo. Inoltre dal 2008 sto facendo studi di economia e di finanza. La finanza deve essere smontata da un processo complesso a un processo comprensibile da tutti tramite la scomposizone nelle parti componenti. Non si può parlare in latino come faceva don Abbondio a Renzo Tramaglino nei Promessi Sposi di Alessandro Manzoni per creare un gap cultura di indisponibilità ma BISOGNA CONFRONTARSI ALLA PARI su dati di fatto. Quindi invito tutti gli attivisti della politica che vogliono entrare nel merito delle questioni a pensare “se non ora quando? se non noi chi?” Non avremo un futuro -se non di macerie- se non facciamo la scelta che la politica come potrebbe essere deve essere una cosa che ci riguarda come singoli e come collettività. Il viola *che è in noi* e che non ci fa popolo bue -> sia la rabbia che si trasforma in *antagonismo democratico*, perché sulla difesa della legalità e della Carta Costituzionale noi abbiamo difeso e intendiamo difendere una convivenza civile basata sul fatto che “la legge sia uguale per tutti” senza i più uguali di Orwell nella fattoria degli animali. Grazie ancora del dialogo e serve l’aiuto di tutti portando il loro contributo specifico, unico, irrinunciabile, irripetibile. Grazie.
Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...