ricetta: “come si esce dall’economia del debito?” [di Paolo Cacciari] – [il manifesto 29-10-2011]

la prima pagina de Il Manifesto 29-10-2011

la prima pagina de Il Manifesto 29-10-2011

Chi è Paolo Cacciari?
http://it.wikipedia.org/wiki/Paolo_Cacciari

.. quindi un esponente della sinistra del comunismo italiano.

Se leggiamo il suo articolo (che riporto in coda) anticipo:

D:
la soluzione alla economia del debito?

R:
accettare il fallimento!

Ecco io penso che la situazione è grave proprio perché nonostante Marx fondi nel ‘900 la massima analisi del capitalismo -viceversa- oggi la cultura che dovrebbe rappresentare il 99% delle persone è ad un livello culturale zero.

Manca -per dirla in breve- un modello alternativo al liberismo.

Solo così si spiega una sinistra che cavalca i referendum ma è per la privatizzazione dell’acqua e per le centrali nucleari.  Solo così possiamo capire le parole di Fassino sull’essere favorevole a sprecare i soldi sulla TAV mentre l’Italia crolla geologicamente, e domandarsi se “abbiamo una banca?”.

Ma dico altre due sole parole su un fatto: non basta attaccare la sinistra e nascondersi solo dietro una analisi di critiche. Chi ambisca a interessarsi di politica deve dire cosa propone.

Noi, viola, siamo per la legalità.

I ladri -assodato con un processo che sono tali- vanno assicurati alle galere.

Quindi proponiamo non un modello di “passività”, ma di identificazione dei meccanismi della truffa dentro cui siamo immersi e di proposte di come impostare -nella dinamica attale- la amministrazione dei beni comuni.

Su questo blog c’è già abbastanza documentazione per formarsi una idea sia di quali sono le cause della crisi e anche di quali potrebbero essere le soluzioni e anzi rinviamo a verificare su più fonti ogni documentazione.

Per chi volesse una esposizione sintetica basterà dire che l’errore è stato affidare la gestione della moneta a un ente -Europa- che non è uno stato sovrano, non tanto per questioni nominalistiche, ma per questioni strutturali: non ha un parlamento eletto dal popolo che delibera in modo sovrano e unitario, né una moneta sovrana senza deleghe alle banche che devono rivestire una attività contabile e non politica. (Europa -> NON ha la stessa tassazione, NON da gli stessi servizi alla collettività).

Il vero buco non colmabile che ha sempre portato al fallimento è

  1. la tecnica di emissione quando è a debito (va riformata con il metodo greenbacks)
  2. la delega delle norme sui prestiti che non possono essere a riserva frazionaria, (vanno riformati).
  3. il signoraggio bancario (va riformato).
  4. la non tracciabilità delle transazioni nazionali ed internazionali (va riformata).
  5. il segreto bancario, (va regolamentato verso la trasparenza).
  6. i paradisi fiscali, (vanno sanzionati impedendo il commercio tra coloro che lo ammettono).
  7. le prerogative di fissazione sui tassi bancari, (vanno normati in base a dati scientifici).
  8. la trasparenza sulle basi di dati fiscali, economiche, finanziarie, (vanno regolamentate).
  9. la normativa sul commercio nazionale ed internazionale in violazione dei diritti umani ceduta a terzi, anziché normate tra stati, (vanno reimpostate).
  10. una tecnica di controllo diffuso che potenzialmente sia in grado di monitorare gli organismi di controllo preposti ufficialmente e denunciarli alla autorità giudiziaria in caso di frode (che risolve il problema “chi controlla il controllore”), (va rivista).

Noi pensiamo che le questioni: monetarie, finanziarie, normative, sulla gestione delle info debbano essere oggetto di dibattito .. affinché le questioni stesse siano nel contributo di un processo democratico di riforma non lasciato ai tecnocrati.

A chi oppone che siano questioni troppo complicate perché possa essere un dibattito popolare diciamo che ogni concetto complesso può essere scomposto in concetti elementari.

E’ troppo importante che tutti siano corresponsabili di cosa sceglie democraticamente un popolo sovrano che si relaziona con altri popoli.

Ne va del nostro futuro, se avremo un futuro.

fonte: link (articolo originale di Cacciari Paolo)

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...