15 Ottobre, chi è l’artefice? [su “poteri forti” contro “poteri fortissimi”] [www.15october.net?][aggiornato 13:37 -19-10-2011]

fonte: http://it.ibtimes.com/articles/24747/20111016/223668.htm

da it.media.tv:

Newsgroups: it.media.tv
Subject: Indignados da Lerner
Date: Mon, 17 Oct 2011 21:52:39 +0200

Il 18/10/2011 12:41, Lino ha scritto:

ii*) gli indignados veri rimarranno per strada come nuova forma di
espressione e fase di fondazione di una nuova società.

Il 18/10/2011 12:57, Altro ha scritto:

ii**) rimarranno per strada finché qualcuno di loro non troverà lavoro e
manderà a farsi benedire gli altri che rimarranno per strada finché
finiranno il foraggiamento che gli passa papà.

Lino ha scritto:
Se veramente vuoi capire che cosa ci sta per succedere a livello del pianeta abbia il coraggio di vedere questo video di 4 ore che spiega che siamo dentro un processo esponenziale che farà saltare tutta la baracca:

http://bit.ly/pWxeMF

Ho info che chi gestisce il 15 ottobre è addirittura legato all’ONU!
(segue link)

Vi sono dei poteri fortissimi che si stanno scontrando poiché il potere bancario sta organizzando un fallimento planetario e una svendita per ricapitalizzarsi (comprando a poco i beni messi all’asta).

Ma altri poteri ugualmente forti stanno organizzando una riconfigurazione planetaria con gli indignados, ossia stanno finanziando le masse per opporsi al potere bancario.

Fantascienza?

Leggi questo link:

http://it.ibtimes.com/articles/24747/20111016/223668.htm

http://15october.net/

who is:

http://www.whois.net/

http://www.whois.net/whois/15october.net

http://who.godaddy.com/whoischeck.aspx

http://who.godaddy.com/whoisstd.aspx?k=KxZ682TNE6+ioJWNdfmaeg==&domain=15october.net&prog_id=GoDaddy

aggiornamento ore 13:00 18-10-2011: i dati della foto qui sopra sono stati in parte resi anonimi, ma fino a ieri erano visibili. Molti siti comunque riportano la notizia che qui ho solo citato per diritto di cronaca.

aggiornamento ore 16:17 18-10-2011: ho ritrovato (se ricordo bene) il link che avevo letto ieri da cui ci sono illazioni di chi sia dietro il movimento del 15 ottobre 2011. Aggiungo che non condivido le conclusioni del blog che segue, poiché fa un unico calderone di tutti coloro che -a parole- appoggerebbero gli indignados, mentre alcune posizioni di assenso potrebbero essere strumentali e per depotenziarlo. Chi appoggia _realmente_ il movimento indignados -a mio modo di vedere va valutato dai fatti:
http://blog.chatta.it/morena_mia/post/la-manifestazione-organizzata-dal-potere-.aspx

aggiornamento ore 16:22 18-10-2011: al link seguente (tratta dal blog qui sopra) è ancora visibile la foto di whois .. ma parziale ..
http://whois.domaintools.com/15october.net

aggiornamento ore 13:37 del 19-10-2011: il sito lo avrebbe registrato il figlio del nominativo che è il possessore della carta di credito ..
http://eulercm.wordpress.com/2011/10/18/a-proposito-del-dominio-15october-net/

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

5 risposte a 15 Ottobre, chi è l’artefice? [su “poteri forti” contro “poteri fortissimi”] [www.15october.net?][aggiornato 13:37 -19-10-2011]

  1. GAP ha detto:

    Secondo me, almeno sulle teorie degli indignados in Italia, se vi riferite a quelli scesi a Roma il 15 ottobre state dicendo cazzate spaventose, perché conosco troppo bene quell’ambiente. Se parlate della Grecia anche perchè pure lì conosco la situazione, in Spagna non so perché non conosco così bene, in Usa invece é genuino, poi negli Usa non so bene perché hanno mille lobby, che cercano, a volte anche a fin di bene, di influenzare la vita politica. Ma il Partito Viola, a meno che non chieda di stare con il centro-sinistra, ma altrimenti non vedo a quale utilità possa avere per cacciare il nano.

  2. Lino ha detto:

    @GAP, guarda io l’ho letto ieri su un blog questo scenario. Oggi -poiché non avevo salvato il link- ho cercato l’articolo su google e ho trovato anche su altri blog e neanche mi sono messo a cercare quello originale che era anche più completo. Su cosa penso io? Penso che è possibile .. e poi i fatti sono fatti .. Inoltre mi interessa poco chi abbia avviato la questione indignados. Io -come approccio- sono un sostanzialista e non un formalista. Significa che mi interessa poco chi propone una cosa ma faccio una valutazione sull’oggetto che mi viene proposto. Ho già detto che ho molte critiche sulla questione indignados su un piano strategico. Però è interessante da un profilo massmediale. La impostazione tribale del movimento indignados è molto interessante perché da “una valvola di sfogo” verso lo spontaneismo e ha caratteristiche di tipo pacifico. Introduce una forma alternativa di economia di tipo partecipato. Detto ciò a mio avviso non è assolutamente sufficiente e anche utopica come prospettiva di soluzione, e anzi di tipo regressivo se fosse attuata al 99% senza modifiche. Le modifiche che propongo io è una capacità di elaborazione ed intellettuale e non le pregiudiziali di tipo formale degli indignados. Le pregiudiziali indignados sono ad esempio che la nuova società sia apartitica e quindi una pregiudiziale formale e non sostanziale. Infatti una qualunque organizzazione -comunque sia chiamata- non potrà essere mai di tipo diretto al 99%, ma sempre in parte delegata e il nocciolo è sulle forme di controllo. Ho già detto che ho studiato la teoria dei sistemi e del controllo quindi so di che parlo. Ma -comunque- non vedo male la possibilità di uno spazio indignados che -quando sarà maturo- capirà che necessita di competenze e che le competenze non crescono sotto gli alberi come i funghi.

  3. eulerCM ha detto:

    Non c’è niente di strano nella registrazione del dominio 15october.net: http://eulercm.wordpress.com/2011/10/18/a-proposito-del-dominio-15october-net/ a questo link un approfondimento sull’argomento.

  4. PincoDestoPallino ha detto:

    Leggendo in giro ho capito che l’Ecuador è una delle nazioni antagoniste all’attuale sistema, il popolo ha riscritto la costituzione dopo una rivoluzione, sono usciti dall’opec dichiarando l’indipendenza energetica, stanno lavorando alla creazione di una banca internazionale alternativa al fmi. Inoltre hanno aderito all’alternativa Boliviana per l’America in alternativa all’Area di Libero Commercio delle Americhe (ALCA) voluta dagli Stati Uniti.

    Può bastare per registrare un dominio indiganto dalla sede dove pare lavori la moglie del di questo ecuadoriano, presidente de comitato per la decolonizzazione?

    Io dico di sì.

    Buona pace e indignazione a tutti!!

  5. Pingback: Da vedere prima dell’11 11 11 | Partito Viola

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...