Il 15 a Roma contro il Colpo di Stato Monetario (di Paolo Ferrero)

Paolo Ferrero (Rifondazione Comunista)

Paolo Ferrero (Rifondazione Comunista)

http://www.controlacrisi.org/joomla/index.php?option=com_content&view=article&id=17889&catid=39&Itemid=68

La analisi di Paolo Ferrero è in larga parte condivisibile, ma non è scientifica per quanto riguarda la sintesi. Non si può proporre semplicemente di non pagare il debito, ma verificare

1) Come e perché si è formato.

2) Quali sarebbero i metodi alternativi.

Ferrero colpisce nel segno nel dire che si è formato per il potere neoliberista, ma se non si scende nel dettaglio non si possono verificare le patologie. Le patologie in ordine di importanza decrescente sono le seguenti:

a) patologie su cessione della sovranità monetaria -> ripristino della sovranità monetaria (in Italia o in Europa se Europa ha un governo legittimamente eletto)

b) patologie su assenza di regole sulle tecniche di rilascio dei finanziamenti bancari con l’assurdo -con la riserva frazionaria- che al mondo bancario è concesso della creazione di moneta esattamente con la possibilità di prestare 5000 euro per ogni 100 euro depositati. Si veda il link di wikipedia per verificare e anche altre fonti: http://it.wikipedia.org/wiki/Riserva_frazionaria -> fissazione di regole sul rilascio dei finanziamenti bancari.

c) patologie sulla emissione di moneta -> va studiato il metodo di emissione della moneta NON a debito detto greenbacks: https://partitoviola.wordpress.com/greenbacks/

d) patologie sulla trasparenza delle informazioni -> va abolito il segreto bancario visto che le transazioni devono essere lecite e verificabili da tutti (on line)

e) patologie sul tracciamento delle transazioni -> vanno nazionalizzate le banche e tracciate le transazioni nazionali ed internazionali per applicarvi una tassa analoga a quelle che si applicano sul reddito da lavoro dipendente.

f) patologie sulla funzione contabile -> il mondo bancario deve ritornare a impiegati che svolgono una contabilità e tale contabilità deve essere controllabile on line, comprese le dichiarazione dei redditi di chiunque. Vanno abilitati gli scambi solo tra nazioni che riconoscono i diritti umani.

Ecco, come primi provvedimenti, questi sarebbero da prendere. Ma non siamo in grado di esprimere -in questo momento- una forza democratica adeguata alla gravità della situazione. Quindi serve anzitutto un opera di opposizione non violenta e in cui le info siano discusse e condivise e spiegate di modo che ognuno possa fare le sue obiezioni e raggiungere una responsabilizzazione di quel 44% degli italiani che dichiara che non sa per chi votare. L’azione deve essere volta anche ai delusi di destra e di sinistra senza criminalizzare nessuno. Se la politica non sarà vincere perché si è capaci di convincere non cacceremo un ragno dal buco e vi sarà solo violenza, ma la violenza non migliorerà la situazione bensì la peggiorerà quindi non è da impostare. Su come organizzare le piazze per il 15 ottobre 2011 ho scritto un articolo: https://partitoviola.wordpress.com/2011/09/30/su-chi-volesse-partecipare-alle-manifestazioni-del-15-ottobre-2011-progetto-maglietta-viola-no-violenza/

Questa voce è stata pubblicata in Massmediologia. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...